We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Piani lavoro, nuova sfida territoriale


Piani locali per il lavoro, partenariato territoriale mirato a creare nuove opportunità di impiego per i giovani. L’Area urbana Corigliano-Rossano, insieme ad altri comuni del comprensorio ionico, della Sibaritide e della Sila greca, aderisce all’avviso pubblicato dalla Regione Calabria – dipartimento Lavoro e formazione professionale. Si cercano partner privati per la realizzazione del progetto che prevede finanziamenti destinati a sostenere l’inserimento occupazionale. Dopo l’approvazione dei Pisl che metteranno a disposizione delle imprese cittadine e del comprensorio 5 milioni di euro, ecco una nuova misura che potrebbe calamitare nuove risorse economiche. – l’Amministrazione Antoniotti sempre attenta alle esigenze dei giovani.   È quanto emerso dall’incontro convocato dal Comune di Rossano (capofila) e tenutosi venerdì 25 gennaio nella sala giunta del palazzo di Città. Alla riunione hanno preso parte il vicesindaco, Guglielmo CAPUTO, i presidente della commissione urbanistica e attività produttive, Ernesto Rapani e Giandomenico Federico, il responsabile dell’ufficio Europa, Benedetta De Vita, il dirigente comunale alle attività produttive, Giuseppe Graziani, ed in rappresentanza dei comuni partner: per il comune di Corigliano calabro i funzionari Tina De Rosis, Luisa Polino e Domenico Corrado; Luigi Stasi, sindaco di Longobucco e Lorenzo Cicala, vicesindaco di Paludi   Al Piano locale per il lavoro hanno già aderito i comuni afferenti al PSA della Sibaritide (ROSSANO, CORIGLIANO, CALOPEZZATI e CROSIA - tranne Cassano Jonio), CARIATI, LONGOBUCCO, PALUDI, CROPALATI, MANDATORICCIO e CALOVETO. Ma nelle prossime ore l’invito ad aderire potrebbe essere accolto anche da altri partner, comprese le comunità del territorio arbereshe.   Con la programmazione dei PLL in forma associata, sono previsti finanziamenti che offrano una dote occupazionale per giovani calabresi (laureati  fino a 35 anni) ai quali viene assegnato un contributo pari a 20MILA euro utilizzabile come incentivo all’assunzione a tempo indeterminato per le aziende. Che permettano incentivi per l’inserimento lavorativo ai datori di lavoro ai quali sarà rimborsato 50% del costo salariale fino a 2 anni e, nel caso in cui assumano disabili il rimborso di 75% per 3 anni. Previsti anche contributi alle aziende per la formazione degli apprendisti (3MILA euro per apprendista). E poi, ancora, la promozione all’autolavoro o microimpresa attraverso contributi a fondo perduto (50%) per l’avvio di attività di impresa o commerciali giovanili, più un contributo a tasso agevolato per il rimanente 50% fino ad un massimo di 30 MILA euro. E, infine, voucher per la buona occupabilità per i laureati fino a 35 anni, residenti in Calabria, con contributi fino a 12 MILA euro destinati alla formazione.   Tra i prossimi ed immediati step concordati nell’incontro di stamani ci sarà l’individuazione delle filiere produttive che interesseranno i PLL che non prescinderanno da quelle del TURISMO, PESCA e AGRICOLTURA. Nel frattempo, in vista del prossimo incontro di MERCOLEDÌ 30 GENNAIO tutti i comuni associati avvieranno, ognuno nelle proprie realtà, una consulta con i sindacati, le associazioni di categoria, e con le aziende private, principali protagonisti della programmazione dei PLL, che vorranno aderire al progetto.

di Redazione | 27/01/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it