We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Catanzaro (Catanzaro) - Anas: aggiudicato l’appalto per i lavori di costruzione della strada statale 106 “Jonica” dall’innesto con la statale 534 nei pressi di Sibari fino a Roseto Capo Spulico


Sulla Gazzetta Ufficiale l’Anas ha pubblicato l’esito del bando di gara per la realizzazione del 3° megalotto della strada statale 106 “Jonica”, dall’innesto con la strada statale 534 “Di Cammarata e degli Stombi”, nei pressi di Sibari, fino a Roseto Capo Spulico, in provincia di Cosenza. La gara per l’affidamento a Contraente Generale – riferisce testualmente una nota dell’Anas - è stata aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa all’Associazione Temporanea di Imprese Astaldi SpA – Impregilo SpA.   “Questo intervento – ha commentato l’Amministratore unico dell’Anas, Pietro Ciucci – prevede un investimento complessivo di quasi 800 milioni di euro, che consentiranno la costruzione di 38 chilometri di nuova statale 106, portando così a 126 i chilometri consecutivi a quattro corsie e carreggiate separate, e rappresenta un importante traguardo per il potenziamento delle infrastrutture viarie in Calabria e, in particolare, nell’area turistica e commerciale dell’Alto Jonio cosentino e della Sibaritide”.   ”Il megalotto 3° – ha continuato Pietro Ciucci – si inserisce nel più ampio progetto dell’Anas di realizzare una Nuova “Jonica” fuori sede. Complessivamente gli interventi sono divisi in 12 Megalotti (alcuni dei quali già affidati e altri da affidare al Contraente Generale e da ulteriori, affidati o da affidare tramite appalto integrato) per un investimento totale stimato di circa 17 miliardi di euro".   In Calabria, l’Anas ha previsto sia interventi di adeguamento e messa in sicurezza nei punti di maggiore pericolosità sulla statale 106 esistente, sia la realizzazione di nuovi tratti in variante a quattro corsie per la realizzazione di un itinerario di lunga percorrenza.   “Siamo intervenuti – ha precisato Pietro Ciucci – nei cosiddetti punti nevralgici dell’infrastruttura, dove la presenza dei più grandi centri urbani richiedeva un immediato intervento e per questo sono stati finanziati e realizzati prima di altri interventi da completare. In particolare, l’Anas ha costruito tratti della nuova statale 106 a quattro corsie (Tipo III CNR) già tra Rocca Imperiale e Roseto Capo Spulico (CS), al confine con la Basilicata, per circa 12 chilometri (tra questi, la variante di Montegiordano Marina - tra i km 402,400 e 405,950 della SS106 “Jonica”) mentre ulteriori tratti già ammodernati interessano le zone a ridosso dei centri abitati di Gabella Grande, frazione di Crotone (5,5 km), Bova Marina e Condofuri (7,5 km), ai quali si aggiungono nuovi 12 km aperti a Simeri Crichi, per un totale quindi già completato di 37 km circa”.   Al momento, sono in corso di realizzazione circa 31 km che comprendono  due nuovi tratti consecutivi in corrispondenza degli abitati di Marina di Gioiosa Jonica e Locri-Ardore (Megalotto 1), il Megalotto 2 tra Squillace e Simeri Crichi e l’appalto integrato relativo alla Variante di Nova Siri.   In particolare, i lavori del megalotto 1, tratto Palizzi-Caulonia, compreso lo svincolo di Marina di Gioiosa Jonica, dell’importo di oltre 380 milioni di euro, hanno raggiunto una produzione del 51%. Mentre sul megalotto 2, tra Squillace e Simeri Crichi, dopo l’apertura del nuovo tratto tra Borgia e Simeri Crichi avvenuta lo scorso novembre, proseguono i lavori che hanno raggiunto una produzione del 95% e saranno completati per l’estate di quest'anno, con un investimento di circa 535 milioni di euro.  Sono in corso d’appalto ulteriori tratti relativi alla variante dell’abitato di Roccella Jonica per circa 8 km, il megalotto 4 per circa 14 km e la variante all’abitato di Palizzi per circa 2,3 km. I megalotti 7, 11 e 12 sono in progettazione; 3 sono da avviare con procedura CIPE (megalotti 6, 8 e 10), mentre i megalotti con procedura CIPE in corso sono 2 (megalotti 5 e 9).   Oltre ai lavori relativi alla costruzione della nuova statale 106, l’Anas ha in corso numerosi appalti per la messa in sicurezza dell’attuale tracciato della Jonica che prevedono, tra l’altro, la realizzazione di svincoli e rotatorie per l’eliminazione delle intersezioni a raso. Tra essi è in fase di avvio l’intervento per la messa in sicurezza della statale 106 tra i km 219 e km 278, primo stralcio, tra gli svincoli di Cutro e Le Castella per un importo complessivo di circa 13 milioni di euro.   “La nuova Jonica – conclude Pietro Ciucci – sarà completamente integrata con la nuova autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria mediante la realizzazione di arterie trasversali di collegamento come la statale 182 “delle Serre”, già in parte in esecuzione, la statale 280, per la quale è previsto l’adeguamento degli ultimi 5 km circa previsti nel megalotto 2 e la statale 534, per la quale è in fase di appalto l’ammodernamento e l'adeguamento tra lo svincolo di Firmo e Sibari”.

di Redazione | 06/03/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia Spazio pubblicitario disponibile


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it