We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Nella notte fra giovedì e venerdì effrazioni nella scuola di Sorrenti


Ennesima incursione notturna in una scuola cittadina. Stavolta a essere presa di mira dai vandali è stata la scuola della frazione Sorrenti. L’istituzione scolastica fa parte dell’Istituto comprensivo cittadino. Ignoti, nella notte fra giovedì e ieri (venerdì), presumibilmente attraverso una porta laterale sono penetrati all’interno dell’edificio che ospita la scuola dell’infanzia e la scuola primaria. Durante la scorribanda notturna sono stati aperti gli armadietti dei docenti posti nelle aule, buttandone per terra il contenuto, sono stati danneggiati dei sussidi didattici ed è stata sparsa per terra della vernice colorata. Stavolta si è andati anche oltre: su una lavagna sono state scritte frasi offensive che il personale della scuola ha provveduto a cancellare prima dell’arrivo degli alunni. Il dirigente scolastico, Pina De Martino, ha inviato formale denuncia per “segnalazione di effrazione” nel plesso scolastico da parte di ignoti alla Stazione dei Carabinieri di Mirto Crosia. Comunicazione, inoltre, è stata inviata al sindaco della cittadina ionica, all’Ufficio tecnico comunale e alla Polizia municipale di Crosia. Sul posto, infatti, appena allertati, sono giunti i militari dell’Arma per effettuare gli accertamento del caso. Nella stessa scuola sono intervenuti gli assessori comunali Natalino Loria e Francesco Santoro (rispettivamente Pubblica istruzione e Manutenzione). Dall’inizio dell’anno scolastico sono stati numerosi gli atti vandalici perpetrati ai danni delle scuole cittadine. Un’azione continua. Infatti, la dirigente, <<considerato il reiterarsi, ormai, con cadenza quasi giornaliera degli stessi atti di vandalismo, ha chiesto al sindaco di apporre con urgenza  chiusure “sicure” all’edificio>> e di installare un adeguato impianto di video-sorveglianza>>. Alle forze dell’ordine l’invito a <<intensificare gli interventi di vigilanza e controlli ripetuti durante la notte al fine di scoraggiare ulteriori analoghi episodi>>.  Poi, l’appello ai genitori degli alunni: <<Se è il caso, si pensi anche a pianificare delle ronde volontarie, ma è necessario proteggere le nostre scuole. Sono le scuole frequentate quotidianamente dai nostri ragazzi>>.

di Redazione | 11/01/2014

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it