We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Ancora un raid notturno nella scuola media. Proseguono gli atti vandalici. Genitori preoccupati


di ANTONIO IAPICHINO - Altro raid notturno nella scuola media “Vincenzo Padula” di Mirto. Ancora una volta l’istituzione scolastica, facente parte dell’Istituto comprensivo cittadino, è stata meta di azioni vandaliche. Ignoti, nella fra martedì e ieri (mercoledì), rompendo il vetro di una finestra del corridoio del piano terra sono entrati all’interno dell’edificio. Dalla perlustrazione effettuata, ha raccontato il dirigente scolastico, Pina De Martino, risulta forzata la maniglia dell’aula di sostegno. Appena ci si è resi conto dell’accaduto sono stati allertati i Carabinieri della locale stazione e il Comune. Sul posto, sono arrivati i Militari dell’Arma, per i rilievi del caso e l’assessore alla Manutenzione, Francesco Santoro. In questi giorni ha fatto sentire la sua vicinanza concreta al mondo della scuola l’assessore al ramo, Natalino Loria. Erano passati soltanto due giorni dall’ultimo atto vandalico di domenica notte. Ancora si stava lavorando per ripristinare i danni. Fra l’altro, bisognava sostituire i vetri rotti. Ieri mattina l’ulteriore amara sorpresa. L’iter, nella scuola media, è sempre lo stesso. Sempre dalla solita finestra posteriore. Ora fra i genitori si avverte rammarico e, al tempo stesso, preoccupazione. Vogliono capire cosa sta succedendo. Sono le scuole frequentate dai propri figli: bambini e ragazzi della cittadina ionica. Chiedono con forza di pianificare delle azioni in grado di evitare altre situazioni di questo genere. Dall’inizio dell’anno scolastico (circa un mese) è già la quinta  volta che avvengono atti vandalici nella scuola media. Come si ricorderà, la prima volta è stata proprio il primo giorno di scuola (16 settembre). In quell’occasione sono stati colpiti due edifici: la primaria della frazione Sorrento e la stessa scuola media “Padula”. I danni, allora, sono stati ingenti. Nella scuola di Sorrento, a settembre, hanno distrutto la rete elettrica delle Lim, lavagne multimediali interattive, rubato le casse acustiche nonché i box dei computer installati nelle classi, arrecando un danno alla struttura quantificabile in circa quattro mila euro. Nella scuola media, invece, hanno rubato il ricavato dei distributori automatici delle bevande. In questa scuola, stessa storia qualche giorno dopo. Siamo nei primi giorni di ottobre. E poi, ancora una volta, nella “Padula” fra il 9 e il 10 ottobre. Per proseguire domenica scorsa, 20 ottobre(nella scuola media e nel plesso scolastico di Via dell’Arte). E infine martedì sera, 22 ottobre. Un ciclo continuo. Il vandalismo di domenica scorsa, nella primaria di Via dell’Arte ha richiesto l’intervento di una ditta specializzata, incaricata dal Comune, per poter aspirare la polvere rilasciata dagli estintori che erano stati svuotati nell’edificio. Poi, il resto della pulizia l’hanno fatta i collaboratori scolastici: hanno lavorato alacremente per riuscire a ripulire nei dettagli ogni ambiente, in modo da far trovare ai docenti e ai piccoli alunni, una scuola pulita e accogliente.

di Redazione | 24/10/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it