We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Dal 1° settembre trasformazioni anche nelle scuole cittadine. Cambiano i dirigenti: in pensione Virardi, trasferita D’Amico, arrivano De Martino e Spataro


di ANTONIO IAPICHINO - Il dimensionamento della rete scolastica ha determinato una rivoluzione anche nelle scuole di Crosia Mirto. Modifiche radicali a decorrere dal prossimo primo settembre, con l’inizio dell’anno scolastico 2012-2013. Si perde una dirigenza e cambiano anche i  dirigenti a seguito di pensionamenti e trasferimenti. Andiamo per gradi. Nella cittadina ionica c’è un unico istituto di istruzione superiore (Istituto professionale) che insieme alla scuola media costituisce l’Istituto omnicomprensivo, guidato dalla dirigente Patrizia D’Amico. Poi, la scuola primaria e la scuola dell’infanzia che formano il Circolo didattico di Crosia Mirto, diretto dal dirigente Giuseppe Virardi. Dal prossimo primo settembre cambia tutto: l’Istituto professionale verrà accorpato al Liceo scientifico di Cariati, diretto dal dirigente Giuseppe Spataro, mentre la scuola media si unirà alla scuola primaria e alla scuola dell’infanzia formando un unico Istituto comprensivo. Cambiamenti, dunque, non solo da un punto di vista istituzionale, ma anche nelle figure dei dirigenti: il dottore Virardi, dopo 25 anni di servizio a Crosia Mirto, andrà in quiescenza, mentre la dottoressa D’Amico, (giunta a Mirto lo scorso anno), si trasferirà a Praia a Mare. Ad assumere la dirigenza del nuovo Istituto comprensivo (Scuola media, primaria e infanzia) sarà la dottoressa Pina De Martino (attualmente dirigente dell’istituto comprensivo di Cropalati- Paludi e Caloveto). Patrizia D’Amico, nell’incontrare i colleghi De Martino e Spataro, a cui consegnerà rispettivamente la scuola media e l’Istituto professionale, ha evidenziato l’ottima azione sinergica svolta dalla scuola nel corso di quest’anno scolastico, che volge al termine, sia con i genitori che con le varie istituzioni presenti nel territorio comunale. Il preside Spataro, ha sottolineato che l’Istituto professionale ha una tradizione nella cittadina ionica. Un’istituzione che ha seguito negli anni scorsi, da rappresentante sindacale, e che, quindi, conosce bene. Lo stesso Spataro ha fatto notare che questa realtà istituzionale è formata da un corpo docenti che ha voglia di migliorare sempre di più l’offerta formativa della scuola. Ora si aggiunge la possibilità di far utilizzare ai ragazzi di Mirto le strutture presenti nel liceo di Cariati, fra cui, laboratori tecnologici e la Cupola astronomica. La dirigente De Martino, ha messo in risalto che erediterà due scuole importanti (media, primaria e infanzia) sia da un punto di vista numerico che qualitativo. Ha messo in luce l’importanza di un istituto comprensivo: nasce con l’obiettivo di creare una scuola, il più possibile, coordinata, per permettere che i ragazzi non abbiano scompensi nel passaggio fra una scuola e l’altra. Il dirigente Virardi, che dopo un quarto di secolo a Mirto, andrà in pensione, ha fatto un excursus sulle attività e l’evoluzione sia della scuola che della comunità sociale con cui ha collaborato quotidianamente. Un’attività costante finalizzata a creare i presupposti di crescita sociale e culturale della cittadina ionica.

di Redazione | 29/08/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it