We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Nella scuola media concluso positivamente “Etwinning 2011-2012: a Natale puoi”, (gemellaggio elettronico tra scuole europee)


di ANTONIO IAPICHINO – E’ stato un vero e proprio successo il percorso  didattico interdisciplinare e trasversale in progress “Etwinning 2011-2012: a Natale puoi”, (il gemellaggio elettronico tra scuole europee), attuato nella scuola media di Mirto, e curato dai  docenti referenti Franco Ausilio e Carmela Vulcano. Durante il lavoro sono stati principalmente coinvolti i ragazzi a rischio dispersione scolastica e stranieri, per concretizzare una serie di obiettivi, fra cui la possibiulità di garantire a tutti le pari opportunità formative, rendere l’appredimento più attraente, realizzare la coesione e l’integrazione, acquisire il senso di cittadinanza attiva ecc. Etwinning, per l’ennesima volta, è diventato il pretesto per cogliere al volo la possibilità di confermare  che la diversità è il fattore comune che unisce i popoli. Diversità che emerge dalle tradizioni tipiche, e nel caso specifico, il Natale per cui il titolo “A Natale puoi” ha dimostrato, in una valida rappresentazione realizzata presso il palateatro comunale Mirto, che pur abitando nei veri punti del globo nutriamo speranze, paure, ambizioni, tradizioni,  festeggiamo e, quindi, siamo molto più simili di quanto si possa immaginare. È  necessario, però avere la pazienza di ascoltare perché non solo a Natale,  ma nella vita puoi capire che siamo l’uno la continuazione dell’altro e spaventosamente uguali nelle nostre diversità. Gli studenti russi, romeni, albanesi hanno descritto le loro usanze, mettendo a nudo la parte più nascosta e preziosa della propria anima: l’orgoglio di appartenenza alla cultura di provenienza. Il cibo che mangiamo, le canzoni che cantiamo, la musica che ascoltiamo, le tradizioni che tramandiamon sono cultura. La loro voce si è unita a quella dei partners etwinners della scuola media crosimirtese, diretta dalla dirigente Patrizia D’Amico, della Polonia, Olanda, Irlanda, Giordania e Turchia. Una lezione importante, durante la quale si è constatato che gustiamo, più o meno, gli stessi dolci, beviamo caffè e bevande simili, mangiamo carne e altre pietanze, celebriamo più o meno le stesse tradizioni religiose, in musica e canzoni condivise. Il  prof.Ausilio ha curato l’aspetto multimediale - informatico, nonché il supporto morale  agli alunni a rischio dispersione perché  stranieri, quindi poco propensi a mostrare la loro cultura di provenienza; anche a causa dei limiti rappresentati dalla lingua, veicolo di comunicazione. La prof.ssa Vulcano si è occupata dell’aspetto linguistico, della  trasmissione e manipolazione dei contenuti. Nella scuola sono state effettuate attività di lezione frontale nelle ore curriculari, per classi aperte e trasversali, mentre allesterno sono state effettuate ricerche dirette sul campo dai ragazzi all’interno delle proprie famiglie, e inoltre, essenziale è stato il contributo dato dai partners. In occasione della manifestazione sono stati consegnati gli attestati dell’Indire agli alunni vincitori degli ultimi due anni. La dirigente, Patrizia D’Amico, nell’elogiare l’iniziativa pianificata dai professori Ausilio e Vulcano, ha evidenziato la necessità di mettere in atto il senso di tolleranza e solidarietà, non solo nel periodo natalizio. Ha parlato dei valori umani e del bisogno di considerare gli studenti stranieri come vera risorsa. Infine, la preside D’Amico ha colto l’occasione per esternare i propri auguri agli studenti, ai genitori e tutto il personale della scuola. (nella foto: la preside Patrizia D'Amico e la professoressa Carmela Vulcano)

di Redazione | 22/12/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it