We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Domani poesia e musica a San Bernardino. L’attore Salvatore Puntillo a Rossano


L’Addio monti di Manzoni e Chiaro di luna di Beehetoven. Si muoverà lungo queste coordinate musico-letterarie, alla ricerca di consonanze, il “Viaggio tra musica e letteratura” promosso dall’Università Popolare di Rossano, guidata da Giovanni Sapia. L’evento, inserito nella 19sima programmazione socio-culturale estiva della Città di Rossano, si terrà – riferisce una nota di Comunicazione lobbying MOntesanto  -domani, sabato 20 agosto, alle ore 21, nel chiostro di Palazzo S. Bernardino, nel centro storico.   Ci è sembrato non inopportuno e non inutile – dichiara il Preside Giovanni Sapia (nella foto), Direttore dell’Istituto al quale sono state affidate le didascalie del programma – in tanta ricchezza di manifestazioni diverse, che caratterizza questa 19 edizione della programmazione estiva, un breve, ma eloquente, come spero, percorso musico letterario, inteso non solo alla benevola attenzione dei cultori specifici, ma anche alle esigenze di un pubblico vario. Nel percorso – continua SAPIA – troverà alcuni momenti anche la narrativa, ma era ovvio che la parte da protagonista fosse assegnata alla poesia spazialmente delimitata a quella italiana, con le sue matrici, greca e latina. La musica avrà momenti di autonomia e accompagnamento. In particolare voglio sperimentare la validità di un mio vecchio sentire e cioè la consonanza che io reputo perfetta, tra l”Addio monti” del Manzoni e “Chiaro di luna” di Beethoven.    Protagonista d’eccezione, al quale è affidato il recital, sarà l’attore Salvatore PUNTILLO, noto al pubblico rossanese fin dai primi anni 80 dello scorso secolo per i suoi frequenti interventi in manifestazioni dell’Università Popolare.   Calabrese di nascita, PUNTILLO vive da sempre a Roma, dove ha frequentato la Suola d’Arte drammatica dividendo la sua attività tra gli impegni cinematografici e teatrali e la partecipazione a manifestazioni artistiche in tutta Italia. Attore drammatico per eccellenza, affascinante per l’intensità della dizione e la gestualità, riesce non meno avvincente in ruoli diversi.   Giovanni ROMANO, rossanese, porta alto il nome del Conservatorio di Cosenza, da cui è uscito, non solo con la sua sempre lodata partecipazione a concerti e per le numerose vittorie conseguite in concorsi musicali, ma anche come autore, avendo già a suo carico una settantina di composizioni tra cui “La messa di S.Nilo”.

di Redazione | 19/08/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it