We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Altomonte (Cosenza) - Festival Euromediterraneo, premiati Albertazzi e Paganini. Serata d’Onore per la cultura. Menzioni speciali: a Giorgi, Izzo, Tognazzi e Gigli


Grande successo, ‘altro lieri sera, nell’anfiteatro cittadino, per il debutto della VII edizione del Festival Euromediterraneo. Tanto pubblico per l’esordio de “Il Premio Altomonte una vita per la cultura”. Al maestro  Giorgio Albertazzi e all’etoile Raffaele Paganini è stato consegnato il Premio una vita per la cultura”. Per il maestro Albertazzi la seguente motivazione:n“Attore e regista di straordinaria creatività. Tra i più grandi interpreti italiani che hanno attraversato la seconda metà del Novecento teatrale. Giorgio Albertazzi ha innovato, senza ombra di dubbio, il linguaggio scenico italiano. Ha promosso e diffuso, grazie alla sua prestigiosa carriera, la cultura italiana nel mondo. Interprete dalla rara sensibilità culturale, in continua ricerca, aperto alle nuove tendenze artistiche e impegnato da tempo nella valorizzazione dei giovani talenti. Da sempre, le sue sono scelte artistiche coraggiose e innovative che attingono alla nobile tradizione del teatro italiano e guardano con lungimiranza alla modernità”. Con le seguenti motivazioni per Paganini: “Etoile internazionale, protagonista delle più grandi produzioni italiane ed europee. Raffaele Paganini ha volteggiato, nella sua eccezionale carriera, sui più importanti palcoscenici internazionali. Grazie al suo straordinario talento e ai suoi prestigiosi successi ha promosso e diffuso la cultura e la danza italiana nel mondo”. Alla cantante israeliana Noa il Premio “Città di Altomonte- Cultura e Pace nel Mediterraneo”.   Menzioni speciali a: Eleonora Giorgi, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Cosetta Gigli. Inoltre, sono stati consegnati i premi “Città di Altomonte – Una vita per la Cultura” all’On. Mario Caligiuri, assessore regionale alla Cultura. Un premio consegnato per la sensibilità e per l’impegno profuso nella diffusione e promozione della Cultura in Calabria.  Così come è stato consegnato all’On. Domenico Naccari, Presidente della Fondazione "Calabria Roma Europa", Consigliere comunale a Roma e delegato del sindaco Gianni Alemanno ai rapporti con le comunità regionali. La Fondazione è da sempre impegnata nell'opera di aggregazione dei comuni calabresi, allo scopo di rafforzare il legame storico-culturale tra la Calabria e la Capitale, in cui risiede una comunità di oltre 500 mila calabresi. Proprio qualche settimana fa anche Altomonte ha aderito a tale rete istituzionale. Un riconoscimento anche  alla compagnia teatrale calabrese “Scena Verticale” di Saverio La Ruina e Dario De Luca. Inoltre, è stato consegnato al duo Bianco- Valente il “Premio città di Altomonte una vita per l’arte”, artisti impegnati nell’allestimento della mostra d’arte visiva del Festival Invasion one.   “Il Premio Altomonte una vita per la cultura” è una nuova iniziativa dell’amministrazione comunale e del Direttore artistico del Festival, Enrico Provenzano. Una serata d’onore che ha reso omaggio a illustri personalità calabresi, nazionali e internazionali, big del mondo dello spettacolo, della politica e del sociale che con il loro lavoro promuovono la cultura. Non una semplice cerimonia di premiazione, ieri sera, ma un vero e proprio spettacolo condotto dalla show girl Nathalie Caldonazzo. Sul palco dell’anfiteatro cittadino si sono alternati grandi artisti per delle vere e proprie “incursioni artistiche”.  L’etoile Raffaele Paganini, accompagnato da Simona De Nittis, ha presentato due brani: “Violentango” e “Esqualo” di Astor Piazzolla; Eleonora Giorgi ha recitato poesie di Ungaretti; i registi Simona Izzo e Ricky Tognazzi hanno declamato  un brano tratto dall’ultimo libro della Izzo, “Mascalzoni latini” e Cosetta Gigli si è esibita in arie napoletane come “Mattinata”, in duetto virtuale con il suo celebre pro zio, il tenore Beniamino Gigli. A chiudere la strepitosa performance di Giorgio Albertazzi che ha regalato al pubblico diversi brani da Dante, all’Iliade fino a un passo tratto dalla “Tempesta” di Shakespeare. Un grande esordio che ha aperto ufficialmente il cartellone 2011, diretto da Enrico Provenzano.Al maestro Albertazzi, inoltre, è stata consegnata la cittadinanza onoraria di Altomonte. Un riconoscimento doveroso, infatti, è stato proprio il grande regista e attore a inaugurare 24 anni fa la prima edizione del Festival di Altomonte! “Sono felice di essere qui questa sera- ha dichiarato Albertazzi- in questo splendido anfiteatro che esaudisce il desiderio degli antichi greci di avere un teatro nel cuore della città”.

di Redazione | 26/07/2011

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it