We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Spegne la prima candelina la mostra artigianato e antichi mestieri


di FRANCESCO MADEO - Festa di compleanno per la Mostra Permanente “Artigianato e Antichi Mestieri”di Longobucco. Da un anno, ininterrottamente, la storia, la cultura, del borgo più bello sono raccontate fedelmente ed accuratamente nel contesto incantato dell’ex Convento dei Frati Francescani. Una mostra di livello internazionale (1300 visitatori da tutto il mondo) che ha dato la possibilità di conoscere e di apprezzare un patrimonio socio-antropologico che ha reso Longobucco nel tempo al centro del panorama storico-culturale. “Il recupero della memoria storico-culturale di un paese –è scritto in una nota dei curatori della mostra- attraverso questo patrimonio indispensabile è necessario per poterlo apprezzare e difenderlo dall’oblio provvedendo alla tutela e alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e sociale quale segno e testimonianza del nostro passato e delle nostre radici. Sono proprio queste tradizioni che recuperano i valori identitari e culturali di Longobucco, il vero valore aggiunto che questa comunità può apportare alla più complessiva strategia di sviluppo che attraverso il Parco nazionale della Sila si può avviare e compiere nell’intero altopiano silano”. La mostra è curata da Domenico Federico e Mario De Simone responsabili dell’ ufficio CISP (Calabria Internet Social Point) del Comune di Longobucco, un ufficio  al servizio dei cittadini, delle scuole, delle associazioni che  operano sul territorio, ma soprattutto a disposizione delle persone socialmente più deboli economicamente e che vivono uno svantaggio fisico o sociale, un servizio globale istruttivo e di informazione che va dal supporto logistico ed informativo per tutti i cittadini. Una Mostra  inserita nel Sistema Museale della provincia di Cosenza, un progetto che prende le mosse dall’attenzione che la Provincia manifesta nei confronti del patrimonio culturale dei 155 comuni che ne costituiscono il territorio promuovendone la conoscenza, la valorizzazione e la promozione sia nei termini dell’identità culturale dei cittadini sia in quelli di una moderna vision turistica. La Rete Museale consente un’immediata e omogenea conoscenza e fruizione dei musei e del patrimonio storico-artistico e archeologico dei 155 comuni attraverso il web. Una mostra realizzata con  Oggetti di notevole interesse storico culturale provenienti dalla cultura popolare longobucchese con gli attrezzi di lavoro di fine ottocento e primi novecento,  aperta a chiunque, in qualsiasi giorno della settimana ed in qualsiasi periodo dell’anno con visita guidata gratuita ed entrata libera. Scuole di qualsiasi ordine e grado provenienti da  tutta Italia hanno già iniziato la fase didattica vera e propria che ha visto il coinvolgimento di docenti e alunni in un'azione coordinata ed efficace di  promozione del territorio, con la mostra permanente e tutto ciò che essa rappresenta per la storia culturale di Longobucco, diventata oggetto di studio per molte scuole che hanno già  fatto visita.

di Francesco Madeo | 12/07/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it