We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Reggio Di Calabria (Reggio Calabria) - Aeroporto Sibari, progetto condiviso. Caputo: ma non priorità assoluta


Aeroporto Sibari, il pensiero dell on. Giuseppe Caputo, Presidente della I Commissione Affari istituzionali della Regione Calabria:  <<Il progetto dell’aeroporto di Sibari, indubbiamente strategico per lo sviluppo della Sibaritide, era e resta nell’agenda politica dell’esecutivo regionale guidato dal Presidente Scopelliti. Nessuno ha mai pensato di depennarlo. Chi ha sostenuto o pensa, ancora, di dire il contrario, è sulla strada sbagliata, alimentando, purtroppo, confusione nella gente. Altra cosa, tuttavia, è considerare la realizzazione del quarto scalo calabrese, una priorità contingente o un’emergenza da affrontare da subito. E ciò, non per motivi politici, come da qualche parte si sostiene con eccessiva faciloneria, ma soltanto per motivazioni di natura macro-economica, non regionali ma nazionali. Mi riferisco a valutazioni, scientifiche, economiche, manageriali e nient’affatto politiche, contenute in un documento pubblico dell’ENAC, diffuso e spiegato a più riprese dagli stessi vertici dell’ente. A partire dal direttore generale, Alessio Quaranta il quale, presentando, nei giorni scorsi, il rapporto annuale dell’autorità civile, ha chiaramente parlato di suicidio, per il complessivo sistema aeroportuale nazionale, se non verranno posti in essere, oggi, correttivi importanti rispetto ai 47 scali  italiani. Un quadro complessivo, quello attuale, che appare, infatti, frastagliato, non coordinato e, quindi, non competitivo su scala mondiale. Nel Rapporto, del quale si consiglia la lettura, viene evidenziata e spiegata, l’esigenza economica di dover necessariamente individuare, da subito, la vocazione di ogni singolo scalo, puntando ad una specializzazione degli stessi per tipologia, per attirare i capitali necessari al loro adeguamento. Stando a quel Rapporto, infine, sarebbero ben 24, e cioè la meta di quelli oggi in funzione, gli aeroporti che dovrebbero essere chiusi o ridimensionati in modo drastico, a causa di bacini di traffico insufficienti o perché aggravati da vincoli infrastrutturali insuperabili. “Scali – cito testualmente – ai quali lo Stato dovrebbe cessare di fornire aiuti o sostegni finanziari, promuovendo lo spostamento del traffico verso scali più efficienti”. Se il quadro nazionale è questo, se cioè l’esigenza dell’intero sistema Paese è questa descritta, se l’emergenza attuale, fondata su studi precisi e visioni di sviluppo internazionali, e che l’enac suggerisce non al Consiglio Regionale della Calabria, ma al Governo Nazionale, è quella di adottare misure destinate ad aumentare la competitività complessiva dei voli da e per l’Italia, allora dovrebbe diventare di tutta evidenza il ragionamento, più volte ribadito dallo stesso Governatore Scopelliti. Il progetto di un nuovo aeroporto a Sibari è certamente un impegno importante e condiviso, ma non una priorità assoluta. Procediamo per gradi. Con senso di responsabilità. Potenziamo le infrastrutture esistenti, minacciate da chiusura, come gli scali di Crotone e Reggio Calabria. Eliminiamo alcune maggiori criticità sulla SS106, concentriamo la nostra attenzione sulla realizzazione della metropolitana leggera Crotone-Sibari che, nel 2012, potrebbe trovare la dovuta copertura finanziaria. E successivamente sposiamo, tutti, l’idea dell’aeroporto di Sibari che, a quel punto, inserendosi in un quadro consolidato di efficiente trasporto intermodale, potrebbe rappresentare realmente una parte importante e strategica nello sviluppo della Sibaritide>>.

di Redazione | 08/07/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it