We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Cani e igiene, obblighi e sanzioni


Circolazione dei cani, tutela della salute, dell’igiene delle persone e della pubblica incolumità, un’ordinanza del sindaco – riferisce testualmente una nota della coalizione consiliare di maggioranza - impone obblighi e prevede multe. Rischiano fino a 500 euro quanti sporcano e non raccolgono le deiezioni dei cani, non ricorrono all’uso della museruola su strade pubbliche o aperte al pubblico, nei giardini e parchi pubblici e nelle zone destinate al verde pubblico o nelle aree sociali. Munirsi, di paletta, contro-paletta, scopino e sacchetto biodegradabile o altra idonea attrezzatura, per la raccolta delle deiezioni degli animali; provvedere all’immediata rimozione delle defecazioni del cane; depositare gli stessi negli appositi contenitori per la raccolta dei rifiuti organici oppure, in caso di assenza, dell’indifferenziata; non introdurre cani nelle aree attrezzate esclusivamente a gioco per i bimbi; applicare la museruola ai cani di indole mordace o il guinzaglio ai cani quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico.   E’ vietato, inoltre, abbandonare animali sul territorio comunale; addestrare cani ricorrendo a violenze o percosse; l'uso del collare elettrico e di altri strumenti coercitivi, che provocano effetti di dolore nei cani. Bisogna assicurare la regolare e quotidiana (anche più volte se necessario) pulizia degli spazi strutturati al fine di garantire lo smaltimento delle deiezioni. I possessori devono sempre garantire che i propri cani non rechino disturbo ai vicini con ululati, latrati, e continuo abbaiare in particolar modo nelle ore destinate al riposo delle persone.   Sono, queste alcune delle indicazioni dell’ordinanza concertata e firmata dal Sindaco ANTONIOTTI, sottoscritta dal Dirigente del settore ambiente Francesco MARINCOLO, dal Dirigente affari generali Leonardo CALAROTA e dall’Assessore al ramo Giuseppe SIFONETTI.   L’ordinanza, che si è resa necessaria a seguito dei numerosi esposti reclamanti una maggiore tutela della quiete, della sicurezza, dell’igiene pubblica e del decoro urbano, avverte che ai trasgressori potrà essere applicata una sanzione amministrativa che va DALLE 25 ALLE 500 EURO per coloro che sporcano e che non raccolgono le deiezioni dei cani o quando il cane disturba nelle ore destinate al riposo delle persone.   Da 155 A 516,46 EURO per l’abbandono di animali; 77,47 euro per coloro che non iscrivono il proprio cane nell’anagrafe canina e 51,65 euro per coloro che omettono l’inserimento del micro-cip al proprio cane. Queste le altre sanzioni previste dall’ordinanza.      

di Redazione | 25/06/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it