We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cariati (Cosenza) - I sindaci Antoniotti, Sero e Ventura al “2 giugno” di Cosenza


È doveroso coltivare la memoria e ricordare che la democrazia è costata sacrifici e sangue di tanti giovani. E’ un bene prezioso, non conquistato una volta per tutte, ma che bisogna conquistare giorno dopo giorno anche attraverso l’azione concreta, delle istituzioni e dei cittadini. Dobbiamo coltivare anche il nostro senso civico e di attaccamento al bene della libertà, dei diritti civili e all’esercizio di una cittadinanza attiva. È questo il messaggio che il Sindaco di Cariati Filippo SERO ha voluto lanciare partecipando ieri, in Piazza 15 Marzo a Cosenza, ai festeggiamenti  per il 65° anniversario della Repubblica Italiana, insieme ai sindaci della Provincia, al Prefetto Raffaele CANNIZZARO, al Presidente della Provincia Mario OLIVERIO e tutte le autorità civili, religiose e militari. Ad accompagnare il Primo Cittadino di CARIATI, - riferisce testualmente una nota di Comunicazione e lobbying Montesanto - il Comandante della Polizia Municipale Pietro DE LUCA con due vigili ed il gonfalone della Città di Cariati. Nella delegazione ionica, anche il Sindaco di Pietrapaola Giandomenico VENTURA ed il Sindaco di Rossano Giuseppe ANTONIOTTI che si è intrattenuto con il collega di Cariati. – Una cerimonia di commemorazione pregnante – ha commentato SERO – a tratti anche commovente della nascita della Repubblica, anche perché quest’anno coincide con il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.   Quest’anno – ha sottolineato il Primo Cittadino rossanese ANTONIOTTI – il 2 Giugno riveste un significato particolare. E’ una Festa della Repubblica speciale, perché coincide con il 150esimo anniversario dell’Unità Nazionale alla quale, insieme al Presidente NAPOLITANO, teniamo in modo particolare. Soprattutto per noi meridionali – ha proseguito – quella di oggi è una data importante sia per affermare, attraverso la nostra azione amministrativa quotidiana, il senso dell’Unità del Paese, sia per esigere ed allo stesso tempo per rispondere a quella esigenza di rinnovamento delle classi dirigenti del Sud che ormai è condizione improrogabile di sviluppo. Da questo punto di vista – conclude ANTONIOTTI – il messaggio più forte che credo trasmetta questo 65esimo compleanno della Repubblica è quello di affrontare con grande senso di responsabilità, in chiave moderna e con doveroso rispetto delle istituzioni e delle funzioni pubbliche, la mai risolta questione meridionale. Ringrazio Sua Eccellenza il Prefetto il Dott. CANNIZZARO per l’autorevolezza che ha voluto riservare a questa festa che, come egli stesso ha ricordato, deve essere vissuta come la festa di ogni città, di ogni comunità e del popolo.   ANTONIOTTI CONSEGNA PERGAMENA IN RICORDO NOCITI. GIUDICE ANTONIO MADEO INSIGNITO A GRANDE UFFICIALE Nel corso della cerimonia il Sindaco di Rossano ANTONIOTTI, che ha colto l’occasione di salutare, tra gli altri, anche il neo sindaco di Cosenza Mario OCCHIUTO, insieme al Prefetto CANNIZZARO, ha consegnato la pergamena a ricordo del Conferimento da parte del Presidente della Repubblica della Medaglia d’Oro per le vittime del terrorismo al rossanese Antonio NOCITI, Appuntato di Pubblica Sicurezza ed ha poi partecipato alla cerimonia che ha insignito a Grande Ufficiale, un altro rossanese, il Dott. Antonio MADEO. Particolarmente intenso il programma iniziato alle 10.15 con l’allineamento della rappresentanza militare, l’afflusso di gonfaloni e labari, l’arrivo e lo schieramento del primo reggimento Bersaglieri. Subito dopo si è tenuta la resa degli onori al Prefetto, la cerimonia dell’alza bandiera, la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e della Preghiera della Patria. –Tante le celebrazioni programmate per l’intera giornata all’interno del Teatro “A.Rendano” con una serie di contributi e proiezioni. Alle 19 la presentazione dello spettacolo “Fratelli d’Italia” sul tema della nascita e proclamazione della Repubblica, da parte della compagnia di prosa dell’attore e regista Mariano RIGILLO. Ed al termine della serata la proiezione del filmato dell’Istituto Luce che racconta la firma della Costituzione.

di Redazione | 03/06/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it