We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Casale Monferrato (Alessandria) - Silvio Vigliaturo, un percorso artistico nell’Antico Testamento


A partire da domenica 22 maggio 2011, il Museo Ebraico di Casale Monferrato – spazio che ospita una delle collezioni di oggetti d'arte ebraica più importanti d’Europa –, ospiterà una personale dell’artista Silvio Vigliaturo, pittore e maestro del vetro di fama internazionale.  Il legame dell’artista con il mondo ebraico non è nuovo. Già nel 2006, il Museo Ebraico di Casale aveva chiesto a Vigliaturo di partecipare con una sua scultura alla collezione di opere d’arte contemporanea rappresentanti la Chanukkià – il lume a otto bracci che si accende durante la festa di Chanukah – in esso custodita. Nel novembre del 2010, la stessa scultura è stata esposta al MAHJ (Museo d’Arte e di Storia del Giudaismo) di Parigi. Questa nuova mostra, significativamente intitolata Mescolanze, sarà un omaggio di Vigliaturo ai personaggi e agli eventi principali dell’Antico Testamento rappresentati  tramite dipinti, sculture e installazioni. L’abilità, propria dell’artista, di esprimersi efficacemente attraverso l’uso di più media, è già in sé sintomo di una riuscita mescolanza di tecniche: le maestose, eleganti e variopinte sculture in vetro non potrebbero esistere senza il segno sinuoso, quasi liquido, che trova spazio sulle sue tele, tanto che si potrebbe dire che nella produzione dell’artista, pittura e scultura formano un tutt’uno inscindibile. La scelta di cimentarsi con le origini ebraiche dello spirito occidentale può essere letta come il bisogno dell’artista di manifestare un’eredità culturale che troppo spesso viene dimenticata o consciamente occultata. La Torre di Babele, Adamo ed Eva, Abramo, Il Diluvio e L’Apocalisse sono tutti miti e personaggi che fanno parte del nostro immaginario collettivo, tanto quanto le divinità e gli eroi greci e romani; come di questi ultimi – da sempre tra i soggetti prediletti dall’artista –, anche dei primi Vigliaturo restituisce al pubblico un’interpretazione affascinante nel suo aspetto estetico e nella sua capacità di comunicare allo spettatore un messaggio chiaro e immediato. Il mito, nella mani dell’artista, si fa simbolo contemporaneo, tanto nella forma quanto nel contenuto; portatore di un messaggio di cambiamento e di feconda mescolanza culturale e spirituale. La mostra sarà accompagnata da un prestigioso catalogo edito da Priuli & Verlucca.

di Redazione | 12/05/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it