We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Sezze (Latina) - Un Premio in ricordo di Luigi Di Rosa


Un premio per ricordare la figura di Luigi Di Rosa. Domani, venerdì 6 maggio, alle ore 12, presso la Sede Comunale, saranno presentate nel corso di una conferenza stampa le iniziative inerenti la prima edizione del Premio storico nazionale “Luigi Di Rosa”. Il Premio – riferisce testualmente una nota del Comune di Sezze -  ha come tema “Politica, ideologia, movimenti e lotte in Italia dal 1968 al 1980 ed è articolato in tre sezioni: tesi di laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento; tesi di dottorato  di ricerca; libri. Una sezione speciale è dedicata ai saggi scritti da alunni dell’ultima classe degli istituti di scuola secondaria di secondo grado, ubicati nel territorio del comune di Sezze. In occasione del premio, inoltre, sono previsti diversi incontri che si articoleranno per tutto il mese di maggio. Si comincerà il 9, Giornata Nazionale delle Vittime del Terrorismo con la presentazione del premio. Il 28 maggio, anniversario dell’uccisione di Luigi Di Rosa sarà, invece, celebrata la giornata conclusiva. Per l’occasione verranno assegnati i premi ai vincitori. Gli incontri si terranno presso il locale “Le colonne di Tito” in via Roma, in orari che saranno comunicati di volta in volta. Interverranno, tra gli altri, Agnese Moro figlia dello statista ucciso dalle Brigate Rosse, il regista Mimmo Calopresti, il giornalista Luca Telese, il giudice Armando Spataro, Claudio Lolli, Ernesto Bassignano, Valentino Parlato, Sandro Provvisionato, i presidenti delle associazioni vittime del terrorismo, Paolo Bolognesi “Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980”, Manlio Milani presidente dell’associazione “Casa della memoria 28 maggio 1974 Brescia”, Marco Falvella vicepresidente dell’associazione Humanitas Humanitate, Carla Verbano, Eugenio Occorsio, il senatore Achille Serra. L’iniziativa è promossa dall’Associazione “Araba Fenice” in collaborazione con il Comune di Sezze, con il patrocinio dell’Astral, con il patrocinio e la consulenza scientifica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. “Il nostro intento – spiega Gian Carlo Mancini, Presidente del sodalizio -  è quello di promuovere il ricordo della figura di Luigi Di Rosa, il giovane setino ucciso nel 1976 dopo un comizio. Ma nostro principale obbiettivo è quello di incentivare la ricerca e gli studi storici, nonché la pubblicazione di materiale e, soprattutto, tenere alto il valore della Memoria, indispensabile per vivere il presente ed affrontare al meglio il futuro. La nostra attenzione è focalizzata principalmente sugli anni che vanno dal 1968 all’80, gli Anni di Piombo, periodo buio su cui non è ancora stata fatta piena luce”. L’ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuito.

di Redazione | 05/05/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it