We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Riunione tecnica obbligatoria dell’Aia rossanese. Ospiti il Presidente Cra Archinà e il Componente nazionale Capellupo


Una riunione tecnica obbligatoria esaltante ed entusiasmante, quella svoltasi nei giorni scorsi nei locali dell’Associazione Italiana Arbitri Sezione “Antonio Celestino” di Rossano, per la qualificata presenza degli ospiti intervenuti, ovvero il massimo rappresentante dei fischietti calabrese, Stefano Archinà e la più alta carica calabrese a livello nazionale, Filippo Antonio Capellupo. Un sala riunione gremita di associati che hanno seguito con intensità e attenzione la lezione tecnico-associativa. Ha fatto gli onori di casa – riferisce testualmente una onta di Giuseppe Savoia, responsabile della Comunicazione della Sezione Aia di Rossano  - il Presidente della Sezione AIA di Rossano, Luigi De Gaetano, che ha inteso, preliminarmente, ringraziare il vicepresidente ed il consiglio direttivo per l'ottima riuscita dell’incontro nonché gli ospiti che hanno accettato l'invito e garantito la presenza. De Gaetano ha poi comunicato i sacrifici che da una parte la dirigenza arbitrale rossanese sta profondendo per formare arbitri ed associati di alto profilo i cui risultati non stentano ad arrivare, anzi l'esordio in promozione dei giovanissimi associati, Angelo Bruno ed Adolfo Baratta, nonché di quello in prima categoria di altrettanti giovani, Clemente Cortese e Giovanbattista Alesina, rappresentano il frutto della semina che si sta proliferando. Ciò rappresenta motivo di vanto e di prestigio per l'intera classe arbitrale appartenente al sodalizio bizantino. Ha concluso l'intervento De Gaetano affermando che: “la Sezione deve essere intesa come luogo di incontro, di crescita, di svago, di intrattenimento e di gioia, all'interno della quale si vivono esperienze ed emozioni irripetibili”. Subito dopo è stata la volta del Presidente Comitato Regionale Arbitri Calabria, Stefano Archinà, il quale ha sottolineato che: “occorre cambiare mentalità all'interno di ognuno di noi, credere in se stessi e nello stesso tempo sudare e sacrificarsi per ottenere i risultati sperati. E' necessario avere la capacità di coinvolgere tutti e nello stesso quest'ultimi devono avere la capacità di essere coinvolti”. Ha infine concluso affermando che vi è un gruppo di giovani arbitri della Sezione di Rossano che sta crescendo e che a breve raggiungerà i traguardi che merita. Ha chiudere l’appuntamento tecnico è intervenuto il Componente del Comitato Nazionale, Filippo Antonio Capellupo, che intanto ha espresso amicizia e vicinanza alla Sezione rossanese ed entrando nel vivo del discorso ha sottolineato che: “non entreranno più a far parte dell'Associazione coloro i quali da ex arbitri hanno infangato e denigrato l'immagine dell'AIA”. Ha proseguito Capellupo rimarcando che: “sono stati velocizzati i rimborsi spese bloccati da circa otto anni e vi è un ricambio dirigenziale in continuo fermento, in quanto è giusto che vi sia posto per tutti all'interno dell'AIA”. La riunione si è conclusa con uno scambio di doni tra il Presidente De Gaetano con il Presidente Archinà ed il Componente Nazionale Capellupo nonché fra quest'ultimi ed i giovani arbitri esordienti in promozione.

di Redazione | 26/04/2011

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it