We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Oggi l'inaugurazione del museo dell'artigianato silano


di FRANCESCO MADEO - Sarà inaugurato oggi, martedì 12 aprile presso l’ex convento dei Frati Francescani Minori, il Museo dell’Artigianato silano e della Difesa del Suolo realizzato grazie alla collaborazione tra l’Ente Parco della Sila, il Comune di Longobucco e l’Assessorato all’Ambiente - Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria,  il Museo si inserisce nell’ambito dell’ampio progetto del Parco della Sila di riqualificazione dell’immenso patrimonio gestito e della sua promozione come meta turistica, culturale, naturalistica e sportiva. All’inaugurazione interverranno: Luigi Stasi, sindaco di Longobucco; Sonia Ferrari, presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila; Giuseppe Graziano, responsabile Aree Protette del Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria, Michele Laudati, direttore dell’Ente Parco Nazionale della Sila, Gerardo Mario Oliverio, presidente della Provincia di Cosenza. “L’ecomuseo –è scritto in un comunicato dell’amministrazione comunale- costituisce un altro concreto passo nel cammino della diffusione della conoscenza del territorio della Sila e della sua popolazione e  la sua realizzazione si aggiunge all’apertura del Museo dell’Olio di oliva e della Civiltà contadina di Zagarise (Cz), inaugurato il 16 novembre 2009, e del Museo della Civiltà agrosilvopastorale, delle Arti e delle Tradizioni di Albi (Cz), di prossima apertura. L’ecomuseo si configura quale vera e propria vetrina che mette in luce particolari caratteristiche dell’area dell’altopiano silano denominata Sila Greca - nel cui territorio ricade Longobucco - ed evidenzia le criticità sulle quali attirare l’attenzione della popolazione al fine di favorire una più efficace politica di difesa dell’ambiente. L’allestimento museografico –è ancora scritto nel comunicato- che è curato da A.T.I. Syremont-Novamusa, società del gruppo Thesauron, mentre a Novamusa è affidata la gestione dei servizi di accoglienza al pubblico - mette in risalto in particolare tutte le tematiche connesse all’artigianato silano e, al fine di introdurne le principali forme locali (la lavorazione dei tessuti, quella dei metalli e l’oreficeria, la lavorazione del legno e della pietra), indica alcune tappe della storia della Calabria, con un particolare riferimento proprio alla Sila Greca. Inoltre –termina il comunicato del Comune di Longobucco- il museo dedica un proprio spazio agli interventi di difesa del suolo realizzati dagli anni ’50 in poi in quest’area della Sila, oltre che in tutta la Calabria , evidenziando come un uso corretto del suolo possa determinare importanti benefici ambientali e sviluppo locale sostenibile”.  

di Francesco Madeo | 12/04/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it