We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Statale 177 Longobucco - Rossano, nuova emergenza


di FRANCESCO MADEO - Gli stabilimenti di un’azienda zootecnica sono minacciati da un movimento franoso e Longobucco rischia ancora una volta di rimanere isolato sull’asse viario che collega la cittadina silana con il versante Ionico. Queste le conseguenze del maltempo che nei giorni scorsi ha investito il territorio comunale. Una nuova ferita, dunque, si apre sulla Statale 177 in località Puntadura, nei pressi della Frazione Destro, sulla quale i tecnici del Comune unitamente a quelli dell’Anas hanno già effettuato un sopralluogo al fine di verificare la situazione in atto. “Gli stessi hanno constatato –come si legge in una lettera successivamente inviata dal Responsabile dell’Area Tecnica del Comune ing. Giuseppe Felicetti all’Anas di Catanzaro, alla Protezione Civile Regionale, alla Prefettura di Cosenza, all’Assessorato regionale ai Lavori Pubblici, al Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Cosenza e al Presidente della Giunta Regionale- un avallamento della sede stradale nonché delle crepe sul manto stradale. Sottostante la statale nella parte a valle è ubicata un’azienda zootecnica, con capannoni dove sono custoditi animali bovini nonché i fabbricati per le attrezzature di lavorazione e la dimora degli addetti. “La statale –ha scritto il dirigente comunale- è retta da un muro ai piedi del quale è presente una lesione sul terreno oltre un cedimento al di sotto del piano superiore di fondazione e un frastagliamento del terreno della scarpata che dalla statale rafggiunge l’azienda zootecnica. Il muro risulta inoltre lesionato in tre punti e la fondazione messa a nudo sallo smottamento che, secondo i tecnici, potrebbe avere perso la sua funzionalità. Ulteriotri aggravi della criticità porebbe provocare il crollo del muro sulla sottostante azienda nochè rendere intransitabile la stessa statale 177. Nella zona –termina la lettera- un altro smottamento si era verificato nel settembre 2009. In considerazione di tali eventi, che provocarono l’interruzione del transito sulla statale per circa otto mesi, il Comune ha chiesto, in particolare all’Anas, un intervento immediato al fine si scongiurare il ripetersi dei tragici eventi del 2009”.

di Francesco Madeo | 13/03/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it