We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Prima uscita ufficiale del candidato a sindaco del PdL, Giuseppe Antoniotti


Un sala gremita ed entusiasta ha salutato, presso la sala meeting dell’Hotel Roscianum, la presentazione ufficiale del candidato alla poltrona di primo cittadino del PdL, Giuseppe Antoniotti. Non solo Rossano, ma l’intero territorio, da Paludi a Longobucco, fino a Corigliano, ha inteso partecipare all’evento, attraverso i propri rappresentanti di partito ed amministratori. Determinato e sicuro di sé. Così si è presentato alla grande e numerosissima famiglia del PdL il candidato Giuseppe Antoniotti che, al suo primo incontro ufficiale con iscritti e simpatizzanti, è intervenuto, ringraziando quanti hanno voluto accordargli fiducia e stima, convenendo, unanimemente, sulla sua candidatura. Dal centro storico, cuore pulsante da cui ripartire, al recupero delle contrade, e delle opere lasciate in cantiere dal governo del centro destra alla guida della città per 13 anni e, per dispetto, - riferisce testualmente una nota del Pdl di Rossano - accantonate, modificate o ignorate dall’esecutivo Filareto. Dalla sicurezza ai lavori di ristrutturazione e riutilizzo di edifici abbandonati; dal turismo alla questione depuratore; dal piano Pip al sottopasso di contrada Frasso e viale dei Normanni, dalla realizzazione di una piscina coperta all’area urbana, dall’avvio di un serio confronto con l’Enel alla sanità fino al porto di Corigliano. Sono, questi, solo alcuni degli temi trattati negli oltre 40 minuti di intervento da Giuseppe Antoniotti.  “Il centro destra – ha detto Antoniotti- è pronto a riportare, l’ordine, la legalità e l’efficienza al governo della città. Il ritorno del buon governo. Ecco, cosa devono pretendere i cittadini di Rossano”. Tra applausi e messaggi di stima e apprezzamento, gli interventi, moderati dal Coordinatore PdL Leonardo Calarota, hanno visto salire sul podio, per primo, il consigliere comunale e provinciale Ernesto Rapani che ha inteso chiarire, sin da subito, - continua espressamente la nota del PdL - circa le voci che avrebbero voluto, tra lui, Caputo e altri, incomprensioni e polemiche per la scelta di Antoniotti, quale candidato a sindaco. “Rossano – ha detto- non ha bisogno di pettegolezzi da marciapiede, ma di una squadra di governo forte, unita, coesa, che sopra ogni cosa sia in grado di risolvere i problemi”. “L’esperienza – è stata la volta del deputato Giovanni Dima – ci insegna che fare squadra e sintesi porta, inevitabilmente, a raggiungere obiettivi importanti. Così è stato con l’elezione dei due consiglieri Provinciali nel 2009 e ancor più con Caputo eletto, nel 2010, come consigliere regionale. Quello che serve, ora, è il dialogo e il confronto con gli alleati verso un fine comune che è l’interesse della città”.   Bocciatura, solenne – commenta la nota del PdL - dell’attuale amministrazione. Questo, il comune denominatore degli interventi. Anche di Giuseppe Caputo. “Siamo arrivati al capolinea – ha detto. Sono passati 5 anni e la città oggi è tornata indietro di 20 anni. Nullismo amministrativo, macchina comunale allo sbando, una città nel caos totale, un mercato generale. Mi sento offeso, da tutto questo, non come amministratore, ma come cittadino. Antoniotti avrà  le capacità e le competenze per amministrare. Sa che non esistono problemi insormontabili, ma che bisogna lavorare. Non abbandonerò mai Rossano, ma anzi, mi ritaglierò uno spazio per contribuire a dare un valido aiuto al futuro Sindaco di Rossano”.

di Redazione | 01/03/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it