We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Stage di alternanza scuola-lavoro al Museo dei Brettii e degli Enotri


A grande richiesta, ricomincia il progetto di alternanza scuola-lavoro presso il Museo dei Brettii e degli Enotri, già intrapreso lo scorso anno dall’attuale II A del liceo classico “Gioacchino da Fiore” di Rende. Per questa riproposizione, tante novità: in primis, un nuovo progetto, questa volta cofinanziato dalla Regione Calabria e dall’Unioncamere Calabria; poi un monte ore più corposo, pari a 132 ore e, infine, il titolo, che è tutto un programma: “Formarsi per formare: realizzazione e gestione di laboratori didattici nel Museo”. Il progetto, nel dare l’opportunità a dei giovani studenti di imparare a guardare al territorio come risorsa fondamentale e come reale possibilità di occupazione, esercitando la cittadinanza attiva attraverso la cooperazione e la progettazione di attività di servizio, intende raggiungere l’obiettivo di una più profonda e ampia conoscenza del patrimonio culturale della città da parte delle giovani generazioni. Come si evince dal titolo, lo stage, dopo un periodo di formazione, prevede che gli studenti partecipanti realizzino e animino i  laboratori didattici per gli studenti delle Scuole primarie e secondarie di primo grado, garantendo, così, l’offerta di un nuovo servizio da parte del Museo alle scuole cittadine. Protagonisti sono 35 alunni delle classi II A e II C del Liceo Classico “Gioacchino da Fiore” di Rende, che, seguiti dai loro insegnanti e dal Direttore del Museo, hanno progettato dei laboratori didattici da proporre alle scuole primarie e secondarie di primo grado della città e dell’hinterland. I ragazzi condivideranno le competenze acquisite durante un lungo periodo di formazione con utenti più giovani, cui far meglio conoscere, anche attraverso attività ludiche,  le collezioni del Museo e la storia antica ad esse connessa. Alla visita guidata del Museo potrà seguire, dunque, la partecipazione a tre diversi laboratori allestiti dai ragazzi stessi: 1)      “Mani antiche”, laboratorio di manifattura, rivolto agli allievi delle scuole primarie: attraverso la riproduzione manuale di oggetti presenti nella collezione museale (monete, ceramiche, gioielli, armi) e di abiti, i bambini potranno approfondire la conoscenza degli oggetti utilizzati nei vari ambiti della quotidianità del mondo antico; 2)     “Giocando con gli antichi”, laboratorio rivolto agli allievi della classe V della scuola primaria e delle tre classi della scuola secondaria di primo grado: attraverso la costruzione di un gioco di società  e il relativo allestimento, in modo facile e divertente, i ragazzi potranno immedesimarsi interamente negli usi e nei costumi delle antiche popolazioni e scoprire gli ambienti da esse maggiormente frequentati; 3)     “Scavando s’impara”, laboratorio rivolto agli allievi delle classi IV e V della scuola primaria e della I classe della scuola secondaria di primo grado: attraverso la simulazione dello scavo stratigrafico e il ritrovamento dei reperti, i ragazzi potranno ripercorrere tutte le fasi svolte realmente dall’archeologo (scavo, documentazione, studio) e conoscere la metodologia archeologica.    

di Redazione | 28/02/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it