We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Assistenza domiciliare pensionati pubblici non autosufficienti, firmata convenzione tra Comune e Inpdap


E’ stata firmata nei giorni scorsi presso il castello ducale la Convenzione per l’attuazione di un progetto sperimentale di assistenza domiciliare in favore di pensionati pubblici non autosufficienti, tra il Comune, nella persona del Sindaco, Pasqualina Straface (nella foto), e l’Inpdap (l’Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica) rappresentata dal Direttore generale, Elio Rivezzi. La firma della convenzione – riferisce testualmente una nota dell’ufficio stampa del Comune di Corigliano - fa seguito all’approvazione del finanziamento del progetto, presentato dal Comune di Corigliano e denominato “Restiamo a Casa”, progetto sperimentale e innovativo di assistenza domiciliare in favore, come si diceva, di pensionati pubblici  non autosufficienti. Il Servizio che avrà una durata di 12 mesi si rivolge ad un numero massimo di 10 pensionati Inpdap non autosufficienti, svolgendo una funzione di aiuto anche solo per brevi periodi di tempo ed in particolare consente ad anziani non autosufficienti soli di rimanere nel proprio ambiente sociale e familiare. Il Progetto si propone di creare le condizioni per il soddisfacimento dei bisogni primari e relazionali dei pensionati Inpdap non autosufficienti attivandone le capacità residue e potenziali, attraverso l’instaurarsi di una relazione positiva tra l’anziano e la persona che lo assiste che favorisca un contesto di stimoli finalizzati a scongiurare situazioni d’isolamento. Il progetto persegue come obiettivo quello di favorire la permanenza dei soggetti bisognosi presso il proprio domicilio o comunque presso un ambiente familiare, migliorando la qualità della vita degli stessi e il senso di benessere del singolo, fornendo contestualmente sostegno al gruppo familiare coinvolto nella cura. Il sindaco della città, Pasqualina Straface, subito dopo la firma della convenzione, nell’esprimere soddisfazione per il prossimo avvio del progetto ha affermato: “Questo progetto vuole favorire un costruttivo coinvolgimento delle risorse che gravitano intorno al soggetto non autosufficiente consolidando le reti familiari e sociali. Il nostro ente si impegna ad erogare ad ogni beneficiario tre ore al giorno di assistenza per tre giorni la settimana, con l’ausilio di cinque operatori qualificati. Il coinvolgimento di operatori del terzo settore e dei familiari consentirà di estendere il numero minimo delle ore previste”. 

di Redazione | 27/02/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it