We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pescara (Pescara) - Furto notturno Ufficio anagrafe e Tributi, il pensiero dell’assessore alle Entrate Massimo Filippello


“Blitz notturno a opera di ignoti presso l’Ufficio Anagrafe e l’Ufficio Tributi del Comune di Pescara: dopo aver forzato la porta del pianterreno ed essere penetrati nei locali, degli ignoti hanno rovistato nei cassetti, rovesciati e trovati a terra, portando via solo il televisore Lcd usato dai dipendenti per indicare il turno di ricevimento degli utenti in attesa. Probabilmente gli autori del gesto cercavano soldi, pensando che in quegli uffici potesse essere custodito denaro contante, senza considerare che invece i pochi spiccioli quotidiani vengono ogni sera riposti in cassaforte. Sulla vicenda sta già indagando la Polizia Scientifica che ieri ha effettuato tutti i rilievi a caccia di impronte”. Lo ha detto – riferisce testualmente una nota dell’ufficio stampa del Comune di Pescara - l’assessore alle Entrate Massimo Filippello che ha il proprio ufficio nello stesso stabile che ospita l’Ufficio Tributi. “L’irruzione notturna – ha spiegato l’assessore Filippello – ha interessato i locali distaccati del Comune situati nella palazzina prospiciente via Calabria.  Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli Organi inquirenti, i ladri si sarebbero introdotti prima nell’Ufficio Anagrafe, situato al pianterreno, forzando la porta d’ingresso, regolarmente chiusa a chiave. Una volta penetrati all’interno devono evidentemente aver rovistato nei cassetti, forse alla ricerca di soldi contanti o, nell’ipotesi più remota, di carte d’identità, che già in passato sono state oggetto di furto, ma che non vengono custodite in quei locali. E molti cassetti sono stati ritrovati a terra, con un disordine totale, senza però che siano stati asportati computer o altre attrezzature elettroniche. L’irruzione è poi proseguita al piano di sopra, dove c’è l’Ufficio Tributi, al quale si accede tramite una scala interna. Anche in questo caso, gli autori del gesto hanno rovistato nei cassetti, ancora forse alla ricerca di denaro, e alla fine hanno asportato il televisore Lcd, con relativo cavo di alimentazione elettrica, utilizzato dagli impiegati della reception per indicare il turno di ricevimento degli utenti del front office. A scoprire il furto è stata una dipendente del Comune che ieri per prima è arrivata in Ufficio e ha trovato la porta forzata. Sul posto – ha proseguito l’assessore Filippello – sono subito arrivati gli uomini della Polizia Scientifica che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, alla ricerca di eventuali impronte. Probabilmente, ingannati dalla denominazione di ‘Ufficio Tributi’ gli eventuali ladri avranno pensato di potervi trovare denaro, senza sapere che nell’ufficio Tributi non arrivano somme contanti, né tantomeno sono rintracciabili presso l’Ufficio Anagrafe dove ovviamente i pochi spiccioli presenti e derivanti dai certificati, vengono ogni giorno riposti nella cassaforte del Comune”.

di Redazione | 22/02/2011

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it