We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Agricoltura, a Mirto svolto un convegno organizzato dal movimento culturale politico “Zonadem”


Si è svolta, presso la sala consiliare della delegazione municipale, in Viale della Repubblica, di Mirto, un convegno sul tema: “Un’ agricoltura moderna per una Calabria che vuole crescere”.  Un’iniziativa  organizzata dal movimento culturale politico Zonadem, al quale hanno partecipato esponenti istituzionali ed esperti del settore. Ampia e interessata la partecipazione del pubblico proveniente non solo dalla cittadina ionica ma dall’intero comprensorio. Durante il convegno moderato da Caterina Urso, l’assessore alle Attività produttive del Comune di Crosia, Roberto Bitonto, ha dato il benvenuto agli ospiti e ha portato i saluti del Sindaco Gerardo Aiello, quindi si sono susseguiti i vari interventi programmati. Nicodemo Oliverio, capogruppo Pd in Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati, ha evidenziato il bisogno di <<mettere in campo un’adeguata legislatura per tutelare il marchio dei nostri prodotti agricoli>>. Ha evidenziato che la politica si deve mettere al servizio dell’agricoltura. <<Valorizzando i prodotti  e le tradizioni calabresi valorizzeremo sicuramente il nostro territorio>>. Per Antonio Schiavelli, amministratore delegato del consorzio Sibarit, bisogna creare forme associate di produttori . <<Non vincono nella concorrenza della globalizzazione le singole imprese, ma il sistema di produzione territoriale che punta alla  qualita’  e bisogna esaltare le qualita’ con le etichette  e la descrizione del prodotto>>. A giudizio di Pietro Covello, del coordinamento provinciale del movimento, compito della politica e’ favorire i processi di integrazione e innovazione, coniugando la tradizione, sapendone individuare i percorsi e sostenerli con forti investimenti economici e culturali, nella convinzione  che in essi vada riposta buona parte della speranza  di una ripresa economica calabrese. Secondo Michele Trematerra, assessore all’agricoltura della Regione Calabria, la politica deve confrontarsi sui problemi dell’agricoltura. Un settore che dovra’ produrre bene e salvaguardare il territorio. <<Per evitare lo spopolamento dobbiamo saper far coniugare  le produzioni montane e collinari. Avere un  unico interesse  che deve convergere per lo sviluppo della Calabria e dei suoi territori>>. Ci vuole una politica ragionata che guardi a tutte  le parti del Paese. <<Abbiamo prodotti di qualita’ che vanno sostenuti. I territori devono omogeneizzarsi e puntare ad un prodotto unico per tutelarne il marchio>>. A parere di Mimmo Bevacqua, vicepresidente della Provincia di Cosenza, bisogna puntare sulla tradizione ed essere innovativi. <<Area dem si propone l’obiettivo  di essere punto di riferimento dei cittadini, essendo l’agricoltura settore primario, spina dorsale della nostra economia. E’ necessario che il problema che coinvolge i produttori e la silvicoltura  vengano affrontati  con il confronto con la gente a cui Area dem si apre, in sinergia di tutte le forze politiche creando situazioni di sviluppo per tutta la regione  e non piu’ di assistenzialismo per i singoli. Anche l’universita’ deve formare i giovani verso lo sviluppo dell’agricoltura e non commettere l’errore del passato di prescindere dalle esigenze del territorio  e da ciò che può nascere nuova occupazione>>. Per Filippo Sero, sindaco  di Cariati: e’ necessario il confronto tra tutte le autonomie locali della regione, con  gli amministratori dei comuni, delle  province e della  Regione.    

di Redazione | 09/02/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it