We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Riduzione trasferimenti finanziari agli enti locali, il Presidente della Provincia incontra i deputati calabresi


Ha avuto luogo in Provincia l’incontro  tra il Presidente Mario Oliverio (nella foto) e i parlamentari cosentini. Erano presenti  i Deputati Roberto Occhiuto, Giovanni Dima, Franco Laratta,  Cesare Marini ed il senatore Giovanbattista Caligiuri, mentre gli onorevoli Marco Minniti, Nicodemo Oliverio e Rosa Villecco Calipari – riferisce testualmente una nota della Provincia di Cosenza - hanno testimoniato condivisione all’iniziativa e la preoccupazione per i temi posti alla sua base, per il tramite di messaggi. L’incontro era stato promosso  dallo stesso  Presidente della Provincia di Cosenza che negli scorsi giorni – prosegue la nota - aveva inviato una lettera a tutti Deputati ed i Senatori eletti nel  territorio per valutare e discutere gli effetti della manovra estiva  del Governo che  riduce drasticamente i trasferimenti dello Stato agli enti locali. Per ciò che riguarda la Provincia di Cosenza- come esposto nell’incontro - tagli di  risorse per 11 milioni e 300mila euro  per il 2011, e  per circa 19 milioni di euro per il 2012. Di più:  contro un media di circa 2 euro pro capite decurtati al Nord, sono 17 quelli calcolati per il Sud, ben 18 per la Provincia di Cosenza. Una manovra- per altro ancora messo in rilievo-  dall’ impostazione non concertata, che per gli enti locali avrà quale gravissimo effetto la difficoltà di approvare i Bilanci di Previsione annuali  e l’impossibilità di  effettuare la Programmazione Triennale. La riunione, che ha contato la partecipazione dell’Assessore al Bilancio Antonio Graziano, del Direttore del Settore Economico e Finanziario della Provincia Antonio Molinari, del Presidente del Consiglio Provinciale Orlandino Greco e di numerosi consiglieri, segue quelle succedutesi negli scorsi giorni,  nate dalla volontà, prima di tutto,  di informare l’opinione pubblica e la classe dirigente calabrese sulle gravi ricadute che la manovra avrà sui  bilanci degli enti locali e, di conseguenza, sull’intero tessuto economico e sociale e, quindi, di contribuire a creare una mobilitazione contro questa impostazione. Una mobilitazione per  un fronte forte ed unitario che richieda al Governo – continua espressamente la nota della Provincia  - i necessari correttivi a provvedimenti che non solo tagliano in maniera drammatica i trasferimenti dello Stato alle autonomie locali, ma penalizzano fortemente quelle del Sud rispetto a quelle di altre realtà del Paese. “ Gli enti locali- ha detto Oliverio- da oltre 10 anni sono chiamati ad offrire un significativo contributo al miglioramento dei saldi di finanza pubblica. Ad essi, oggi,  è chiesto un pesante, ulteriore sacrificio,  considerata l’ulteriore decurtazione di circa 15 milioni di euro per i Comuni con popolazione superiore ai 5000 abitanti;  tra questi,  solo per la città capoluogo, 4 milioni di euro in meno. In due anni, sul territorio cosentino si conteranno oltre 26 milioni di euro di risorse tagliate. Un impatto devastante, che si può ben classificare come una misura destinata ad allargare drammaticamente il divario tra nord e sud del Paese e a creare le condizioni di una vera e propria disarticolazione dell’Italia”.  

di Redazione | 02/02/2011

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it