We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Regione investe su S.Irene e Schiavonea. Caputo: Oggi ripagati sacrifici imprenditori


<<La Regione Calabria interviene finalmente per ammodernare e dotare delle necessarie infrastrutture le principali zone industriali della provincia di Cosenza e, tra queste, quelle strategiche dell’area urbana Rossano-Corigliano. Gli interventi>> - riferisce testualmente una nota del Presidente della Commissione regionale affari istituzionali della Regione Calabria, Giuseppe Caputo - <<trovano copertura finanziaria nelle risorse liberate del Por Calabria 2000-2006. Il finanziamento complessivo accordato al Consorzio di Sviluppo Industriale della Provincia di Cosenza (Asi), presieduto da Diego Tommasi, ammonta ad Euro 6.030.888,94. – Con l’approvazione del Piano Regionale per le infrastrutture produttive, le cui opere dovrebbero passare in attuazione nella prima metà del 2011, la Regione ha inteso completare il quadro degli interventi necessari al rilancio delle arre industriali regionali. Gli interventi infrastrutturali finanziati dalla Regione, in coerenza con alcuni provvedimenti legislativi nazionali, tra cui il decreto Reti e quello sul fotovoltaico>> - prosegue la nota dell’on. Caputo -  <<costituiscono le condizioni base per il miglioramento complessivo dell’offerta insediativa della Calabria. – In particolare per l’agglomerato industriale di Schiavonea, quello più esteso della provincia (con 80 aziende attive), e che negli anni ha dimostrato maggiori capacità di attrazione degli investimenti, è prevista la realizzazione di alcuni tratti della rete stradale, della rete di smaltimento delle acque bianche e nere, della rete idrica, della segnaletica stradale e della pubblica illuminazione. – Quello rossanese di S.Irene (con 39 aziende), è l’agglomerato più bisognevole di interventi. Il gap infrastrutturale qui è notevole. Le ultime opere risalgono agli anni ’80 e ’90. Viene prevista oggi la realizzazione di tratti stradali, rete elettrica ed illuminazione, rete idrica e smaltimento acque bianche/nere, il completamento dell’impianto di depurazione a tutela dell’ambiente, la videosorveglianza strategica per garantire sicurezza agli imprenditori, la segnaletica stradale e la cablatura della rete Internet per uscire dall’isolamento fino ad oggi patito: la banda larga inizialmente raggiungerà soltanto Rossano>>. Il commento politico: di seguito si riporta una dichiarazione dell’on. Giuseppe Caputo. <<Settore dopo settore, dalla sanità alla cultura, dalla programmazione economica allo sviluppo delle attività produttive, si tocca con mano l’attenzione, nuova e diversa rispetto al passato, della Giunta Regionale rispetto alle concrete esigenze di ammodernamento, gestione delle emergenze e di sviluppo dei territori calabresi. Per le due importanti zone industriali di Rossano e di Corigliano, destinatarie negli anni passati di false promesse, periodiche passerelle politiche e di impegni puntualmente disattesi, si giunge oggi ad un punto di non ritorno: finalmente partiranno quei lavori di qualificazione e di infrastrutturazione invano invocati dalle aziende dell’area urbana ed attesi come indispensabile condizione di normalità per poter operare e progettare ulteriori investimenti e occasioni di occupazione locale. I sacrifici patiti per decenni dai nostri imprenditori iniziano quindi ad essere ripagati. Si tratta di interventi cruciali che produrranno, tra le altre cose, risparmi per gli enti locali (150.000 euro solo per Corigliano), difesa dell’ambiente (come per il completamento del depuratore per Rossano), risparmio energetico (con i cartelli elettronici autoalimentati apposti agli ingressi delle aree). Ci si appresta a sanare un pesantissimo gap, perché risoltosi nei decenni trascorsi, ad esclusivo danno delle realtà produttive ed economiche locali destinate invece, in condizioni ottimali, ad essere il più duraturo motore economico della Sibaritide. Il risultato di oggi è la conseguenza naturale della capacità di ascolto e della collaborazione dimostrate, in questi primi mesi, dall’Assessore alle Attività Produttive. In più occasioni, del resto, Caridi ha avuto modo di incontrare e confrontarsi con gli imprenditori rossanesi e coriglianesi, attestando loro, anzi tutto, un approccio nuovo, rispetto ad istanze legittime ed aspirazioni di sviluppo condivise. Nell’area urbana, registriamo un altro importante e concreto risultato, nella complessiva inversione di tendenza impressa a tutti gli ambiti di competenza regionale dal Presidente Scopelliti, sostenuta e messa in atto dagli assessori Giunta e condivisa dalla maggioranza. Nei prossimi giorni terremo un incontro ad hoc, coinvolgendo gli imprenditori delle due zone industriali, per confrontarci meglio nel merito delle importanti novità annunciate, alla presenza del Presidente dell’Asi Tommasi e dell’Assessore Caridi>>. 

di Redazione | 16/01/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it