We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Modena (Modena) - Distrutta lapide che ricorda le vittime dei lager. Il sindaco Giorgio Pighi: Gesto inqualificabile di razzismo e disprezzo


"Un gesto inqualificabile di razzismo e di disprezzo, concepito da qualche mente delirante che ignora la storia e i principi della civile convivenza". E' durissimo il giudizio del sindaco di Modena Giorgio Pighi (nella foto) sulla distruzione della lapide che nel parco della Resistenza ricorda le vittime dei campi di sterminio nazisti. L'episodio – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Modena - si è verificato nel corso della notte e il sindaco è stato informato direttamente dal questore nella mattinata di oggi. La lapide, inaugurata il primo febbraio 2004, era già stata distrutta nelle settimane successive e ricostruita dal Comune lasciando volutamente in evidenza i segni dell'atto vandalico. "Per la seconda volta - prosegue Pighi - ci troviamo di fronte ad un gesto che esprime disprezzo nei confronti delle vittime di una pagina tragica della storia del Novecento, che ha visto l'annientamento di 6 milioni di ebrei nei campi di sterminio. Purtroppo anche l'Italia ha dato il suo infame contributo, con l'approvazione delle leggi razziali del 1938.  La cultura dell'odio - conclude il sindaco di Modena - è ancora presente e bisogna rafforzare gli anticorpi per evitare che, nella mente di qualche delirante, il razzismo di oggi contro gli stranieri si fondi con il razzismo di ieri contro il popolo ebraico". Già nella mattinata di oggi, l'assessore comunale ai Lavori pubblici Antonino Marino ha attivato gli uffici del Servizio logistica e manutenzione per recuperare i frammenti della lapide e procedere al ripristino. "Anche in questo caso - precisa l'assessore - la lapide sarà ricostruita lasciando in evidenza i segni di un atto vandalico che esprime disprezzo per le persone e per la storia".  

di Redazione | 01/01/2011

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it