We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crotone (Crotone) - Il bilancio dell’azione amministrativa: nel 2010 si è lavorato per la costruzione di una città comune


Così come tradizione l’amministrazione comunale ha tenuto l’incontro di fine anno con gli organi di informazione presso il museo del Mare e della Terra. Il Sindaco Peppino Vallone (nella foto) accompagnato dalla giunta comunale ha presentato l’attività amministrativa del 2010. L’incontro è stato aperto dalla proiezione di un filmato che ha raccontato l’avventura amministrativa partita nel giugno del 2006. Il racconto di un patto. Un patto tra l’amministrazione comunale e i cittadini. Un patto per Crotone. L’azione amministrativa, come è stato spiegato nel filmato, si è articolata – riferisce testualmente una nota dell’ufficio comunicazione del Comune di Crotone - lungo le linee di sviluppo individuate insieme ad associazioni, ordini professionali, enti e cittadini con il primo Piano Strategico della Città di Crotone. Presentato il 14 ottobre 2008, il Piano Strategico è uno dei primi della Calabria e rappresenta la chiave di lettura di tutto il mandato di questa amministrazione. A prendere successivamente la parola il Sindaco Vallone che ha ricordato come accanto all’azione amministrativa quotidiana non è mancato “l’impegno per le questioni più importanti a partire dalle problematiche ambientali. Un impegno che si sta concretizzando con l’avvio della bonifica dell’ex sito industriale” “Naturalmente” ha aggiunto il Sindaco “accanto a questo non è mancata l’attenzione per le questioni che solo apparentemente possono sembrare ordinarie. Ma investire centinaia di migliaia di euro e portare opere di urbanizzazione primaria come fognature, illuminazione, raccolta delle acque in zone mai servite da sottoservizi e asfaltare migliaia di chilometri di strade in tutte le zone della città a partire dalle periferie non è certo una azione che si possa classificare come “ordinaria”. Il Sindaco ha poi presentato la sintesi dell’attività amministrativa del 2010 a partire dai PISU, il programma integrato di sviluppo urbano. Il 2010 ha portato ventitremilioni di euro per la città. Uno strumento a cui il Comune di Crotone annette una importanza strategica in quanto i Progetti Integrati definiscono lo sviluppo territoriale sia in prospettiva immediata sia per il futuro assetto della città. Un programma capace di rispondere non solo alla esigenza di creare e modernizzare il tessuto infrastrutturale ma anche di calarsi nella realtà sociale e di fungere da stimolo e da strumento per la ripresa economica. Le cinque linee sono rispettivamente progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale (4.000.000 di euro), ricerca scientifica e innovazione tecnologica (3.000.000 €), per il potenziamento della filiera culturale (4.000.000 €), la riqualificazione economica e sociale di centro storico e quartieri marginali (7.140.000€ ), sistemi di modalità sostenibile (4.700.000 €). “In trenta progetti c’è lo sforzo dell’amministrazione di avvicinare le periferie alla città, la realizzazione di opere infrastrutturali, di centri polifunzionali, parcheggi multipiano, ed il Water Front, con la riorganizzazione e valorizzazione turistica degli spazi e delle infrastrutture degradate nell’area prospiciente al “Porto vecchio” ha detto il Sindaco Il programma così come impostato garantisce la partecipazione ed il coinvolgimento delle professionalità interne, del mondo delle professioni, del mondo imprenditoriale caratterizzandosi come autentico strumento per positive ricadute economiche e sociali per l’intero territorio della provincia di Crotone. Grande importanza viene annessa alla Società Marina alla quale sarà affidata la progettazione e la gestione del nuovo porto turistico di Crotone. Una struttura che cambia radicalmente il volto del porto cittadino: saranno oltre 1000 i posti barca che saranno creati nello specchio d’acqua individuato nell’area antistante viale Regina Margherita entro due anni. Centinaia di famiglie che risiedono a Farina potranno, grazie al lavoro condotto dal Comune, avere nelle proprie case il Gas Metano e realizzare un risparmio notevole sul bilancio familiare. Oltre tremiladuecento persone avranno la possibilità di collegarsi con l’infrastruttura che il Comune ha progettato e che sarà realizzata entro marzo. Dal Palakro alla nuova Chiesa di Farina tutte le abitazioni di Via Nazioni Unite e delle traverse adiacenti potranno collegarsi con la rete prevista dal Comune di Crotone. Per quanto riguarda le politiche ambientali oltre a quelle accennate sulla bonifica, il Sindaco ha fatto riferimento al piano di caratterizzazione dei siti contaminati presenti in aree del Comune di Crotone sia comprese all’interno del sito d’interesse nazionale e soprattutto di quelle non comprese nel sito stesso tra cui edifici scolastici. Il piano, predisposto dal Comune, dell’importo di oltre 923.000 €, è stato inviato alla Stazione Unica Appaltante, dopo le approvazioni Regionali e Ministeriali. Il Comune di Crotone è il soggetto attuatore dell’intervento della riqualificazione ambientale ed archeologica dell’area archeologica ex Montedison. E’ stato predisposto, concertato e trasmesso al Ministero dell’Ambiente il progetto per i lavori di bonifica dell’area. Un progetto che prevede un investimento complessivo di 11.000.000 di euro Inoltre nelle fasi concertative è stata coinvolta anche la direzione regionale delle soprintendenze e  nello specifico la soprintendenza archeologica che supporterà il Comune per iniziare i lavori di scavo che si ripropongono di riportare alla luce l’antica Kroton Ormai il tabù è stato sfatato: nel corso dell’anno ci sono due approdi della “Seabourn Spirit”, una delle navi da crociera più prestigiose del mondo e si è già a conoscenza del fatto che almeno due arrivi, di altre due diverse compagnie, interesseranno il porto di Crotone nel 2011. La prima compagnia ad attraccare a Crotone con una sua nave sarà, il prossimo maggio, l’inglese “Swan Hellenic” che ha inserito la nostra città in una crociera di 15 giorni quasi esclusivamente dedicata all’Italia, La seconda nave di cui già è certo l’arrivo è la “Amadea” della “Phoenix Reisen” che arriverà nel porto di Crotone nel novembre 2011 nell’ambito di una crociera di 18 giorni nel Mediterraneo. Crotone anche nel 2010 conferma la sua vocazione a città amica dei bambini. Nell’ambito del rapporto di collaborazione tra Unicef e città di Crotone per dare piena attuazione alla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, il Comune ha deciso di donare ad ogni nato nel 2010 una Pigotta lanciando una campagna di sensibilizzazione alla quale hanno aderito sessanta nuclei familiari che nel 2010 sono stati allietati dalla nascita di un bambino. Per ogni Pigotta donata sono stati acquistati farmaci salvavita per i primi cinque anni di vita di un bambino africano. Attenzione anche al mondo del lavoro: sono ventisette i nuovi posti messi a concorso dall’amministrazione comunale per la propria pianta organica. Era dal 1988 che il Comune di Crotone non emanava bandi di concorso per assunzione personale fermo restando la stabilizzazione dei lavoratori di pubblica utilità fatta dalla attuale amministrazione comunale. Ha aperto i battenti la prima isola ecologica della città Si tratta di un’area allestita per l’attività di  raccolta mediante raggruppamento differenziato dei rifiuti per frazioni omogenee, conferiti principalmente da utenze domestiche. Il centro di raccolta ha l’obiettivo di disincentivare l’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio comunale ed agevolare le attività di recupero delle varie frazioni merceologiche di rifiuti provenienti dal circuito urbano. L’attività di riscoperta e fruizione del Castello Carlo V è proseguita ininterrottamente nel corso del 2010 durante il quale tutti i locali in uso presenti hanno ospitato numerose mostre artistiche sia nelle due torri principali che nell’ex carcere di Santa Caterina. Con due interventi sostanziali si è attivata la cosiddetta “Rete dei Saperi” con la quale si è dato corso alla integrale ristrutturazione dei locali adibiti a Museo civico, alla realizzazione della prima carta archeologica della provincia di Crotone ed alla modernizzazione degli impianti nelle sale della biblioteca ed al rifacimento di tutta l’area adiacente al Castello – Fortezza di Carlo V° (Fossato e Orto Candela) e la messa in sicurezza di alcuni locali interni, in particolare dell’ex – carcere di Santa Caterina. Attraverso il Progetto Scuola Sicura sono stati effettuati 68 interventi di ordinaria manutenzione e tre interventi straordinaria manutenzione Candidatura MIUR per quindici progetti per complessivi 3.850.000 € (Istituto M.G. Cutuli, Scuola Don Bosco, Scuola Corrado Alvaro, Istituto Rosmini, Scuola S. Croce, Scuola A.Frank, Istituto Don Milani, Scuole Elementari Margherita e Pizzuta, Istituto Alcmeone, Scuola Codignola, Scuola Papanice, IV Circolo, Scuola V. Alfieri, Scuola Giovanni XXIII, Scuola Montessori. ) Programmazione nei PISU per 840.000 € per riqualificare le palestre degli istituti Cutuli, Almeone, S.Francesco, Rosmini e Papanice. Fondi Cipe – Finanziamenti già autorizzati per Scuola Papanice (180.000€) – Scuola dell’Infanzia Fondo Gesù (120.000€) Un milione e centomila euro sono stati stanziati per il trasporto scolastico e seicentomila euro per la refezione scolastica- Nel settore della viabilità accanto alle strisce bianche, blu e gialle il Comune di Crotone ha proposto le “strisce rosa” i parcheggi destinati alle donne in gravidanza e a quelle con bambini fino ad un anno d’età. Davanti ai principali uffici pubblici, banche, scuole, strutture sanitarie, uno spazio di colore rosa è stato appositamente destinato per rendere meno faticosa la ricerca di un parcheggio alla mamme in attesa. Sono stati, inoltre, posizionati dissuasori stradali luminosi nelle vicinanze di scuole E’ stato ampliato il servizio di trasporto pubblico di collegamento tra il centro e zone periferiche mai servite dal servizio di autobus (Poggioverde, Vescovatello, Trafinello, Poggiopudano, Cipolla) Grande attenzione per il Piano Strutturale Comunale che definisce le strategie per il governo dell'intero territorio comunale, in coerenza con gli obiettivi e gli indirizzi urbanistici della Regione e con gli strumenti di pianificazione provinciale espressi dal Quadro Territoriale Regionale, dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e dal Piano di Assetto Idrogeologico. Alla redazione del Psc si sta arrivando attraverso un percorso che si avvale della partecipazione di ordini professionali, associazioni e cittadini. Il Piano si propone di elevare il livello di integrazione progettuale e di programmazione economico – sociale, ed è teso a realizzare le condizioni per lo sviluppo locale sostenibile in coerenza con gli strumenti di pianificazione regionali, nazionali e europei Nel settore delle politiche sociali è stato approvato il progetto per la realizzazione di un secondo asilo nido che prevede la capienza massima di 50 bambini e che si realizzerà nei prossimi mesi in località Farina, via Nazioni Unite. Sono in attività due ludoteche, una disponibile presso la scuola “Rosario Bevilacqua, ex 3° circolo didattico,, l’altra presso la scuola elementare di Papanice. Lo scorso mese di gennaio è stata recuperata una struttura in località San Francesco, di proprietà comunale. In detta struttura è nato il secondo centro per disabili gravi denominato “Marianna Agostino”. Attualmente viene gestito dalla Caritas Diocesana, attraverso una cooperativa sociale. E’ in corso, con continuità, un progetto che riguarda l’assistenza domiciliare di anziani non autosufficienti, disabili, non udenti e non vedenti, che avrà termine nel mese di febbraio 2011. Con “Notti d’agosto 2010”, la stagione estiva del Comune di Crotone per il quarto anno consecutivo è stata proponiamo una rassegna che ha sempre goduto dell’apprezzamento della città”. I più grandi nomi della musica leggera e dello spettacolo sono stati applauditi ospiti della città di Crotone Accanto a loro si sono organizzate decine di manifestazioni in tutti i periodi dell’anno tese a valorizzare e sostenere i talenti locali. Nel settore delle attività produttive è stato coniato il marchio e predisposto il disciplinare “Fatto a Crotone” che accoglie tutti quei prodotti che in base a verifiche tecnico-scientifiche sono prodotti in maniera artigianale da produttori locali, appartengono alla tradizione storica locale, sono prodotti con materie prime locali e costituiscono una potenzialità per lo sviluppo locale. Sempre più presenze per il Farmer Market il primo mercato dei contadini della Calabria.  

di Redazione | 28/12/2010

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano 10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno bcc mediocrati x50 studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it