We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Udine (Udine) - Impianto sportivo di Via Friuli, al via il preliminare per tribune e recinzioni. Il progetto approvato oggi dalla giunta comunale


Impianto sportivo di via Friuli, via libera al progetto preliminare per tribune e recinzioni. La giunta comunale ha approvato il progetto preliminare relativo alle nuove tribune e recinzioni del campo sportivo di via Friuli. I lavori, per un importo complessivo di centomila euro, completeranno il cantiere consegnato a novembre scorso per la realizzazione di un nuovo fabbricato di 350 metri quadri da adibire a spogliatoio per atleti e arbitri (485 mila euro). Con questo nuovo lotto, dunque, si completano i lavori – sottolinea testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Udine - per rendere più funzionale la struttura sportiva gestita dall’Ancona calcio. Il progetto, approvato su proposta dell’assessore alla Gestione Urbana Gianna Malisani, si propone di riqualificare l’intero complesso sportivo, grazie alla realizzazione di nuove gradinate per il pubblico, l’installazione di una nuova recinzione del campo di gioco, la realizzazione di nuove vie di fuga e percorsi dedicati ai disabili (con relativa illuminazione di emergenza), la realizzazione di bagni prefabbricati per gli spettatori e altri interventi minori.   Modifiche alla destinazione dei proventi delle multe. Cambia il codice della strada e, di conseguenza, devono essere modificate anche le regole per la destinazione dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative 2010. La giunta comunale, su proposta dell’assessore al Bilancio Vincenzo Martines, infatti, ha corretto il regolamento in vigore, così come previsto dal nuovo codice della strada, approvato ad agosto scorso e che stabilisce di destinare una quota non inferiore al 50% del proventi per diverse iniziative legate soprattutto alla sicurezza. Per il 2010 il Comune di Udine ha stimato nel bilancio previsionale un importo di 2 milioni e 100 mila euro, tenendo conto di tutte le pratiche che devono ancora entrare a ruolo e di quelle per cui sono stati avanzati ricorsi. Il 50%, ovvero 1 milione e 50 mila euro, dunque dovrà essere ripartito in base alla legge. Un quarto dell’importo dovrà essere destinato a interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà del Comune.  Un quarto della quota, poi, dovrà essere spesa per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale. A tutto questo si aggiungono spese relative ad altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale, all’installazione, all’ammodernamento, al potenziamento, alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e alla sistemazione del manto stradale, nonché alla redazione dei piani per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, quali bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti.   Tavolo di lavoro permanente per il nuovo Prgc. Approvate dal consiglio comunale a maggio scorso, le direttive urbanistiche per la stesura del nuovo Piano regolatore comunale, è tempo ora di costituire il tavolo di lavoro permanente, così come previsto dalle direttive stesse. Le linee di indirizzo e i soggetti che ne faranno parte sono state approvate dalla giunta comunale su proposta dell’assessore alla Pianificazione Territoriale, Mariagrazia Santoro. Il team, che affiancherà la già costituita consulta per l’edilizia e l’urbanistica, avrà lo scopo di svolgere un’attività consultiva, propositiva e di consulenza nei confronti del consiglio comunale in materia di pianificazione urbanistica e sarà composto da rappresentanti del mondo dell’economia, del volontariato, della cultura e delle professioni. A farne parte saranno chiamate la Cciaa, la Commissione pari opportunità del Comune, l’Istituto nazionale di urbanistica del Fvg, la Ssm, il consorzio Fiaip del Fvg, il Sunia, la Coldiretti, Friulalberghi, l’Arcidiocesi di Udine e la consulta regionale delle associazioni dei disabili del Fvg. A questi si aggiungono, oltre ai dirigenti comunali responsabili dei vari settori, anche i rappresentanti degli ordini degli architetti, ingegneri, agronomi e forestali, avvocati, geologi, geometri, periti industriali, industriali, Api, Confartigianato, Italia Nostra, Legambiente, Università di Udine, Ater e Confcommercio.    

di Redazione | 21/12/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it