We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Roma (Roma) - “L’INTERVENTO” Antonino Gasparo Presidente : La Uils è preoccupata dalla gravità della congiuntura politica ed economica italiana


<<Da anni segnaliamo la precarietà in cui versa il Paese; le conseguenze della recessione economica, la perdita di competitività delle nostre imprese sia nell’ambito nazionale che internazionale. Molte aziende hanno cessato l’attività, la disoccupazione è fortemente aumentata, il debito pubblico è cresciuto vertiginosamente, il reddito dei lavoratori non e più sufficiente per soddisfare le esigenze minime della famiglia. migliaia di piccole imprese commerciali ed artigianali, soffocate dalla pressione fiscale e dalla negazione di finanziamenti bancari, sono state costrette a licenziare i dipendenti e a chiudere i loro esercizi. Ogni giorno i cittadini debbono affrontare altri innumerevoli problemi la situazione politica italiana, minata dal trasformismo, rischia di non trovare equilibri tali da permettere di esprimere capacità di governo e un disegno di società. Occorre, inoltre, essere consapevoli che se la situazione dovesse precipitare le conseguenze sarebbero molto gravi e peserebbero maggiormente sui lavoratori e la classe sociale più fragile. Oggi non serve una crisi di governo. È necessario che maggioranza ed opposizione, congiuntamente, facciano un’attenta e responsabile riflessione sul da farsi per il bene comune del paese. Di fronte alla difficoltà del momento, la UILS fa appello a tutte le forze politiche, ai singoli parlamentari ed alle parti sociali affinché si prodighino per scongiurare un eventuale aggravamento della già precaria situazione del paese. La UILS rileva la mancanza di voci autorevoli e popolari come in molte difficili situazioni seppe fare Sandro Pertini il presidente della Repubblica più amato dagli italiani. Probabilmente oggi, in un frangente di questo genere avrebbe rivolto un fermo monito  Parlamentari dicendo: “Voi siete i rappresentanti del popolo che vi ha eletto e al popolo dovete rendere conto del vostro lavoro parlamentare. Il 14 dicembre il vostro voto in Parlamento deve essere libero, un voto di responsabilità e di consapevolezza nell’interesse esclusivo del Paese, svincolato dall’indicazione dei capi di Partiti”. Ci piace pensare che anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ispirandosi a Sandro Pertini, sappia richiamare il parlamento a comportamenti adeguati e capaci di evitare di presentare al gioco dei grandi speculatori e dei gruppi finanziari un’Italia debole e incapace di stabilità e governabilità>>. Antonino Gasparo Presidente  Unione imprenditori e lavoratori socialisti

di Redazione | 12/12/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 cartolandia nuovo 2015 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it