We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Il Chiostro di San Domenico è da oggi anche Museo del gusto


“Restituito alla fruizione della città perché gli splendori del passato siano da stimolo per il futuro”:  è a firma del Sindaco l’ iscrizione, su targa in marmo, che sottolinea il rilievo culturale che il Chiostro di San Domenico è tornato a rivestire dalla riapertura, poco più di un anno addietro,  ma anche quello che sarà un ruolo futuro che l’Amministrazione Perugini auspica sempre più importante. La cerimonia di scopertura della targa all’interno del Chiostro, presenti Sindaco ed autorità, ha avuto il significato di una restituzione ufficiale alla città di un luogo che i cosentini hanno già dimostrato di apprezzare moltissimo.  Sono state migliaia, infatti, le visite che si sono succedute dall’agosto 2009, dopo il recupero della storica struttura deciso dall’Amministrazione comunale in anticipo su quello che dovrà essere il più gravoso lavoro sull’ intera ex Caserma Fratelli Bandiera. Ma le funzioni del Chiostro – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Cosenza - compiono oggi anche un ulteriore salto di qualità e ne attestano la vocazione di luogo dedicato all’ arte, al gusto, alla musica, in sostanza a molteplici tematiche che si intrecciano e si completano tra loro. L’architetto Eugenio Anselmo, coordinatore del progetto “Lavori in Chiostro” insieme al Settore Lavori pubblici del Comune, ha preparato una duplice sorpresa: l’allestimento  del primo nucleo della rassegna denominata “Limiteinvalicabile” e la riapertura di vecchie stanze, quelle un tempo riservate al Circolo ufficiali.  Limiteinvalicabile ospita opere di talenti locali e non, come Salvatore Anelli che ha donato “Vele, il canto delle Sirene”,  la belga Luce Delhove con la suggestiva “I cavalieri della luce” e diversi cosentini. L’allestimento è ancora in progress e si concluderà il 17 dicembre. La rassegna sarà quindi visitabile fino al 7 marzo 2011. Il vecchio Circolo ufficiali ospita invece il progetto del Museo del Gusto, ancora da riempire di contenuti attualmente  illustrati con pannelli e plastici. Nei vari locali, ripuliti e riportati a vita dopo oltre un decennio,  saranno ricostruite cantine, cucine-laboratorio, biblioteche ricche di testi e documenti sull’eno-gastronomia. Molto soddisfatto il Sindaco Salvatore Perugini (nella foto) che con questa iniziativa ha anche festeggiato il suo compleanno.  “Organizzare questa manifestazione proprio per oggi è un regalo che ho voluto farmi. Ma è soprattutto un regalo fatto ai cittadini. Penso che l’acquisizione della ex Caserma Fratelli Bandiera per restituirla alla città costituisca una delle realizzazioni più importanti del mio mandato di Sindaco.” Perugini ha ricordato che nei locali al primo piano troveranno posto gli uffici di rappresentanza del Comune, mentre il pianterreno resterà riservato a manifestazioni culturali e in particolare all’arte contemporanea. “Vogliamo sempre più rafforzare il concetto che questo è luogo di cultura e rappresentanza.  E sono particolarmente lieto dei risultati anche perché essi sono stati conseguiti con l’ausilio di tante braccia di giovani cosentini che hanno lavorato con amore e impegno.” L’architetto Eugenio Anselmo ha illustrato i progetti in corso non trascurando un excursus nei secoli per sottolineare il ruolo che il Chiostro di San Domenico ha sempre svolto a Cosenza, dove oggi si pone come “luogo di storia anche moderna della città”. Ringraziamenti agli organi d’informazione sono venuti sia da Anselmo che dal Sindaco per aver compreso e sottolineato la centralità e l’importanza storica ed artistica della struttura. Dopo la benedizione da parte di padre Giovanni Fustaino, il pubblico intervenuto ha potuto compiere un giro nei vari locali che ospitano installazioni e il progetto del Museo dei Gusto. Il Chiostro è comunque sempre a disposizione dei visitatori che certamente continueranno ad arrivare numerosi come accaduto finora. Alle iniziative ha fornito preziosa collaborazione l’Associazione “I giardini del Duglia”, che si occupa di valorizzazione dei beni storici e culturali oltre che di eno-gastronomia.    

di Redazione | 09/12/2010

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it