We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pescara (Pescara) - Riunione Forum Città dell’Adriatico a Bruxelles, il pensiero del Sindaco Mascia


“Pescara intende giocare un ruolo da protagonista nell’ambito dei nuovi canali di finanziamento per il risanamento e la riqualificazione di aree svantaggiate. Con i nostri uffici ci faremo promotori, all’interno del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, dell’elaborazione di progetti ad hoc che ci vedranno partner privilegiati con città della Comunità Europea ma anche con centri che ancora non fanno il proprio ingresso nell’Unione”. Lo ha detto – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale - il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia 8nella foto) al termine del giro di incontri svoltisi a Bruxelles all’interno della Conferenza dei Network delle città e delle regioni, vertice al quale ha preso parte in qualità di Vicepresidente del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, in assenza del Presidente, il sindaco di Spalato, impegnato in altra missione istituzionale. Presenti al vertice odierno anche Michele Brisighelli, assessore per lo sport, le Politiche della Gioventù, Politiche della solidarietà e della pace, Sviluppo della Cooperazione e delle relazioni internazionali, della città di Ancona, Segretario generale del Forum e poi, i rappresentanti degli altri network internazionali, ossia il Presidente della Conferenza Cecicn Xosè Sanchez Bugallo, sindaco di Santiago de Compostela, il segretario generale Belén Mendoza e il funzionario Adrés Garcìa Belmonte; il Network iberico, Riet, con Xoàn Vàzquez Mao, segretario generale, e Jésus Gamallo Aller, Direttore delle relazioni esterne di Riet; l’Unione delle città del Baltico (Ubc) con il Presidente Per Boedker Andersen, sindaco di Kolding; Medcities con il segretario generale Joan Parpal e il responsabile dei programmi di sviluppo Anna Almirall i Carnè; Mot con il Presidente Michel Delebarre, sindaco di Dunkerque, il segretario generale Olivier Denert e l’assistente Jean Rubiò; la Conferenza delle città Atlantiche (Caac) con il Presidente Philippe Duron, sindaco di Caen e il Direttore generale di Caen Stephane Travert. Alle 10, come previsto, si è aperta la Conferenza, alle 12.30 si è svolto l’incontro con il Presidente Mercedes Bresso e alle 14.45 con il Commissario per la Politica regionale Johannes Hahn. “L’incontro ha rappresentato il momento di avvio del Cecicn, la Conferenza dei Network delle città-regione di frontiera, istituita nell’aprile 2010, coinvolgendo sei diversi Network di livello europeo che comprendono 500 città – ha spiegato il sindaco Albore Mascia -, ossia il Forum dell’Adriatico e dello Ionio, che punta a promuovere l’integrazione economica, sociale e scientifica nell’area di interesse, la creazione di un’immagine comune e globale dentro e fuori l’area Adriatica-ionica e giocare un ruolo di leadership nella cooperazione di frontiera. Inoltre ci sono il Network iberico delle città di frontiera; Medcity, network delle città costiere del Mediterreneo, che vede come capofila Barcellona; la Missione Operativa Trasfrontaliera (Mot); l’Unione delle città del Baltico; e la Conferenza delle città dell’area atlantica. Obiettivo della Conferenza è quello di creare una corsia privilegiata per l’accesso ai fondi europei per la promozione di iniziative di recupero urbano, e a breve due sono le scadenze più imminenti, ossia il programma Interreg IV C e Urbact II. Interreg IVC mira a investire su iniziative di innovazione dell’informazione, sviluppo e ricerca tecnologica, rilancio del capitale umano, e ancora progetti di ricerca sui cambiamenti climatici, gestione dell’acqua, qualità dell’aria, energia e trasporto sostenibile, tutela del paesaggio. Complessivamente è prevista l’erogazione di 100milioni di euro di finanziamenti e il termine per la presentazione delle proposte si aprirà il prossimo primo aprile. Urbact II è un secondo programma – ha ancora illustrato il sindaco Albore Mascia – che punta a promuovere lo sviluppo urbanistico sostenibile realizzando progetti simili in più città, creando partneriati di minimo 6 e massimo 12 centri urbani che dovranno lavorare insieme per almeno 2 o 3 anni, e anche in questo caso i termini dei bandi dovrebbero aprirsi a inizio 2011. Pescara, come abbiamo specificato quest’oggi, mira ad assumere un ruolo di capofila, avendone capacità e potenzialità, tra l’altro lo stesso Forum delle Città dell’Adriatico rappresenta una cerniera privilegiata tra i paesi dell’Unione e quelli che non hanno ancora aderito. Il prossimo gennaio verrà convocato un nuovo vertice in Albania durante il quale verranno esaminate le prime proposte tematiche che ogni Forum o network dovrà elaborare”. Al termine della riunione, prima della ripartenza per Pescara, il sindaco Albore Mascia ha incontrato anche Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea per l’Industria e l’imprenditoria.

di Redazione | 02/12/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it