We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Roma (Roma) - “L’INTERVENTO” Franco Laratta (Pd): "Cipe 16 miliardi al nord e 33 milioni al sud. Propongo ai parlamentari meridionali di tutti gli schieramenti di dimetterci”


<<Dopo l'umiliazione che il Cipe ha fatto al Sud Italia, va sollevato il problema con tutte le sue conseguenze. Questo Governo taglia i fondi al Sud e trasferisce tutte le risorse al Nord. Il Governo ha cancellato il Mezzogiorno. Cosa ci stiamo a fare ancora nel Parlamento della Repubblica? Propongo di informare il Capo dello Stato che i parlamentari del Sud non possono rimanere in questo Parlamento e non possono più sopportare questo Governo che è ormai un Governo Padano! Propongo quindi di presentare le relative dimissioni, tutti insieme, per avere più forza e per far sapere al Governo che il Sud si sta spegnendo, che ormai muore! Il Cipe nella sua ultima riunione ha deliberato: 1,2 miliardi di euro per l’ Alta velocità Treviglio-Brescia,  500 milioni per il Terzo valico dei Giovi (Milano-Genova), 800 milioni per il primo lotto costruttivo della Galleria di base del Brennero, 500 milioni dell’autostrada Roma-Latina…..e cosi via. Al sud? 33 milioni per la piastra Portuale di Taranto! E basta. Come si può definire un atteggiamento di questo tipo da parte del Governo d’Italia? Una vergogna? Uno scandalo? Una volgarità insopportabile? Ora ci diranno che dobbiamo attendere il Piano per il Sud. Ma chi ci crede? E' solo una presa per i fondelli.>>.

di Redazione | 21/11/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it