We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - «Organizzare la speranza», don Girolamo Ronzoni, direttore regionale della Pastorale sociale e del lavoro, parla agli animatori di comunità del Progetto Policoro Calabria


Il compito dell’animatore di comunità del Progetto Policoro è «organizzare la speranza, farlo in maniera concreta, offrendo ai giovani orizzonti concretamente raggiungibili». Don Girolamo Ronzoni, direttore regionale della Pastorale sociale e del lavoro, parla così ai venticinque animatori del Progetto Policoro Calabria, riuniti a Corigliano, presso la struttura dei Salesiani, per il primo appuntamento della formazione regionale proposta dal coordinamento.  L’occasione – riferisce testualmente una nota stampa -  si sposa anche con la visita del coordinamento per intero al progetto itinerante “Il lavoro è per l’uomo” che le cinque diocesi cosentine, grazie al patrocinio della Provincia di Cosenza, stanno portando avanti da oltre un mese con gli animatori di comunità del Progetto Policoro di Cosenza – Bisignano, San Marco Argentano – Scalea, Cassano all’Jonio, Rossano – Cariati e l’Eparchia di Lungro. Un tour in 21 piazze della provincia per rilanciare ai giovani il tema della speranza partendo dal lavoro. Il Progetto Policoro, esperienza della Chiesa Italiana, lo fa da quindi anni ed in Calabria, soprattutto, è diventato punto di riferimento per i giovani ed il lavoro. «Il vostro compito, afferma don Girolamo Ronzoni, è una missione di speranza». E nel sottolineare il ruolo dell’animatore, anche alla presenza dei nuovi giovani che da gennaio prenderanno servizio nelle diocesi di riferimento, sottolinea l’importanza della «gratuità» in questa missione di giovani verso i giovani. «Il progetto è un segno che Dio sta offrendo. Offrire un po’ del nostro tempo, della nostra intelligenza, della nostra preparazione, i doni che Dio ci ha dato, per altri giovani è un atto di carità. Senza la gratuità non ci può essere futuro. La carità è il motore del mondo e l’economia sana nasce sempre in un ambiente di gratuità». Insieme a don Girolamo anche don Angelo Draisci, pastorale giovanile regionale, che insieme alla Caritas, diretta da don Ennio Stamile, compongono le tre pastorali che unitariamente coordinano il progetto a livello regionale e nazionale, oltre che nelle diocesi. Monica Tripodi, segretaria del coordinamento regionale Calabria, nell’accogliere i nuovi animatori ha sottolineato come «il progetto Policoro si racconta attraverso chi lo vive e lo costruisce. Un progetto che porta in giro la speranza, incontra i giovani, li stimola e crea opportunità per tutti coloro che incontra sui territori». Quello che gli animatori delle diocesi cosentine hanno tradotto in un progetto itinerante “Il lavoro è per l’uomo” che dal 26 ottobre sta girando per la provincia di Cosenza al fine di incontrare i giovani nelle scuole e nelle piazze, crea rete con le istituzioni e le scuole, parla ai giovani in termini propositivi per riaccendere la speranza di tanti territori che vivono la crisi della occupazione e della solitudine lavorativa. A questi giovani gli animatori, supportati anche dai referenti dei Centri per l’impiego, sostanzialmente ricordano che si può essere costruttori di speranza, partendo dai sogni, dai talenti personali, che diventano “gesti concreti” per far rifiorire il deserto del non lavoro che ci circonda.    

di Redazione | 21/11/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it