We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bari (Bari) - Manutenzioni straordinarie negli edifici senza Dia


<<Come noto, con l’entrata in vigore del Decreto legge Incentivi del 27 marzo 2010, è possibile effettuare gli interventi di manutenzione straordinaria degli edifici senza alcun titolo abilitativo, ma con una semplice comunicazione al Comune. In altri termini si può ristrutturare senza più effettuare la D.I.A. (dichiarazione d’inizio attività). Il Comune di Bari, recependo la direttiva nazionale, e nell’attesa che la Regione Puglia valuti se dotarsi di una legge ad hoc in materia,>>  - riferisce testualmente uan nota dell’Ufficio stampa comunale - << ha tempestivamente adeguato la modulistica relativa agli interventi di manutenzione straordinaria.  Di fatto con il Decreto legge 27 marzo 2010 n. 40, all’art. 5 dell’Appendice, il Governo ha inteso dare disposizioni per semplificare le procedure edilizie di manutenzione straordinaria all’interno di edifici esistenti. Il modello di comunicazione da produrre a cura del proprietario dell’immobile oggetto degli interventi esplicita puntualmente gli interventi eseguibili, richiamando le norme e le procedure da seguire per l’esecuzione dei lavori.   Nel condividere la volontà di semplificare tempi e procedure, l’assessore all’Urbanistica Elio Sannicandro evidenzia tuttavia alcuni elementi di criticità: 1.      la comunicazione di inizio attività è prevista a firma del solo proprietario che, non avendo competenze tecniche, rischia di assumersi responsabilità gravose in ambito edilizio, notoriamente “delicato”. Meglio sarebbe incaricare e/o delegare un tecnico specializzato che possa certificare la correttezza e legittimità degli atti tecnici e amministrativi. 2.      con la nuova procedura non vi è più esplicita responsabilizzazione dell’impresa esecutrice al rispetto delle norme sulla sicurezza del lavoro e sullo smaltimento dei rifiuti. Tali responsabilità restano dunque in capo ai proprietari, mentre restano in carico agli Uffici comunali i compiti di vigilanza e controllo. Tutto ciò potrebbe provocare un eccesso di impegni da parte dei proprietari e un sovraccarico di lavoro per gli Uffici comunali.   Infine il Decreto dovrà essere convertito in Legge entro 60 giorni e quindi non è escluso che il Parlamento e lo stesso Governo possano apportare nel frattempo modifiche o integrazioni. Per queste ragioni l’assessore Sannicandro raccomanda la massima cautela nell’applicazione delle procedure previste e suggerisce a quanti debbano eseguire interventi di manutenzione straordinaria all’interno delle proprie abitazioni di consultare tecnici specializzati e di evitare forzature o interpretazioni al di fuori di quanto esplicitamente evidenziato>>.

di Redazione | 08/04/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it