We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Quipus, per la prima volta una mostra di Fiber Art in Calabria


Oggi pomeriggio, sabato 13 novembre, alle ore 18, nella Sala Grigia di Palazzo San Bernardino a Rossano, saranno presentate per la prima volta in Calabria le opere di undici artisti esponenti della Fiber Art, un linguaggio dell’arte contemporanea che esplora le diverse possibilità espressive offerte dall'impiego di fibre naturali e/o artificiali. La mostra – riferisce testualmente una nota dell’Associazione Koiné - nasce da una felice intuizione di Settimio Ferrari e Francesca Londino, che hanno voluto far conoscere al pubblico calabrese un’espressione artistica nata negli anni Cinquanta a seguito dell'espressionismo americano, affermatasi inizialmente negli Stati Uniti, poi in Giappone e in seguito in Europa. Il titolo della mostra è Quipus, termine che nel dialetto della lingua quechua parlato a Cuzco significa “nodo”   Basandosi sul concetto di nodo sono stati riuniti undici artisti professionisti, provenienti da diverse località italiane. “Undici universi artistici diversi, dichiara Antonia Perna, Presidente della Fidapa di Rossano,  per una mostra che vuole offrire al pubblico sensazioni poetiche, tattili e visive”. Gli artisti invitati, fondendo con disinvoltura tradizione e innovazione, inventiva e tecnica esecutiva, materia e disegno, linguaggio e narrazione, emozione e logica, ci pongono al centro di un’avventura visiva in cui il reale/irreale è inconfutabile epicentro.   Ponendo al centro della loro dinamica operativa la sperimentazione, l’innovazione e l'interazione con altre espressioni creative, gli artisti in mostra utilizzano il telaio, oppure l’off loom (ossia tecniche tessili libere), per realizzare opere sia con l’ausilio di fibre di diversa natura che  con materiali disparati, dai pittorici agli inusuali messi in dialogo e a confronto. I due curatori della mostra dichiarano: “Delle opere in mostra si può dire solo quello che non sono: non pittura, non scultura, non oggetto, ma contemporaneamente tutte queste possibilità di essere insieme. Il lavoro di questi artisti, infatti, non è mai finalizzato a provocare le cose, ma a lasciarle fluire nell’infinita esiguità del loro esistere, nella libertà del loro destino. Un modo per consolidare il concetto di un’opera aperta ad un costante processo di esperienza e d’interpretazione”. Gli artisti in mostra sono: Silvia Beccaria - Gloria Campriani - Filli Cusenza - Maria Barbara De Marco - Caterina Morelli - Nadia Magnabosco - Marco Querin - Valeria Scuteri - Maria Luisa Sponga - Rosa Spina - Natale Serraino Il progetto espositivo, organizzato dall’Associazione artistico-culturale Koiné, per conto della Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari – Sezione di Rossano, è promosso dalla Regione Calabria - Coordinamento Progetto Donna, con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo di Rossano. La mostra  che apre al pubblico il 13 novembre, alle ore 18.00,  rimarrà aperta fino al 20 Novembre 2010.

di Redazione | 13/11/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it