We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Un fiore per i caduti in guerra


Prima della celebrazione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e la Commemorazione dei Caduti (e dispersi) in guerra, posta in essere a Rossano il 6 novembre con una grande manifestazione organizzata dal Comune (assessorati al Turismo e alla Pubblica Istruzione e Cultura), dall’Ordine Militare e Ospitaliero di Santa Maria di Betlemme delegazione provinciale di Cosenza e dalla Pro Loco, il giornalista Pier Emilio Acri, che nel 2005 (edizioni Grafosud) ha dato alle stampe insieme con il medico-scrittore Serafino Lefosse, con l’aiuto del fotografo Alfonso Martino il volume “Il Monumento ai Rossanesi Caduti in guerra”, nella ricorrenza dell’ottantesimo anniversario dell’inaugurazione dell’opera scultorea (8 giugno 1930) realizzata da Vincenzo Jerace, ha chiesto su Facebook a tutti i suoi amici rossanesi e dei comuni della provincia di ricordare chi ha immolato la propria vita per il bene supremo della Patria. Pertanto, Acri ha chiesto ai rossanesi di depositare un fiore in Piazza della Vittoria, sul Monumento ai Caduti, (magari accompagnando il gesto con una preghiera e con un’opera di carità) anche per ricordare a tutti, in particolare a chi in quel sacro sito porta i cani “a fare i loro bisogni”, che il Monumento, simbolo di Pace deve riportare alla nostra mente le tragedie, lo strazio, il pianto delle mamme per i loro figli uccisi dalla guerra e dall’odio. Accanto a tutti quei nomi che attorniano il Monumento c’è una storia terribile, magari la storia di una mamma, di un padre, di un fratello, di un figlio di un nostro eroe disperso in guerra sul quale non hanno potuto deporre un fiore, non sapendo dov’esso sia sepolto. Pier Emilio Acri ha colto l’occasione per ringraziare il Comune (Assessorati al Turismo e Pubblica Istruzione e Cultura), le Forze dell’Ordine, le scuole e chi ha voluto  partecipare con la presenza e con il cuore alla manifestazione organizzata dall’Ordine Betlemita delegazione provinciale di Cosenza, guidata dal grand’uff. Cerzosimo, dalla Pro Loco, presieduta dal dott. Federico Smurra e dall’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Rossano, guidata dal ten. Giacomo Lauricella. P.E.A.

di Redazione | 07/11/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it