We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pescara (Pescara) - Visita Commissione Aces per Pescara Città Europea dello Sport 2012, il pesiero del Sindaco


“Pescara ha le potenzialità per ottenere il titolo di Città Europea dello Sport per il 2012, un riconoscimento che rappresenta un marchio doc per certificare l’attenzione del territorio nei confronti dei valori autentici dello sport, ma soprattutto la volontà di rendere Pescara sempre più ‘grande città’ e meno provincia. Credo che il nostro territorio, dove c’è ‘fame’ di sport, abbia la mentalità, le energie e le risorse per competere con centri urbani come Viterbo o Firenze, con le quali stiamo affrontando una sfida inebriante”. Lo ha detto – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale - il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia (nella foto) nel corso della conferenza stampa convocata con i componenti della Commissione Aces Europa,  a Pescara per il giro ispettivo negli impianti cittadini, visita propedeutica per il rilascio del titolo con appuntamento al 30 novembre-primo dicembre, quando a Bruxelles saranno ufficializzati i nomi delle cinque città che si saranno aggiudicate il riconoscimento. Presenti stamane il Presidente di Aces Europa Gianfranco Lupatelli, il Presidente di Aces Italia Enrico Mercurelli, la segretaria generale Aces Italia Raffaella Chiuzzi Peruzzi, Elisa Visentini dello Studio di Reti cui è affidata l’organizzazione degli eventi Aces, l’ingegner Marco Ventura della Coni-net, Guido Bovolo Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Aces, Massimo Achini, Consigliere nazionale Coni e Presidente del Centro Sportivo Italiano, Claudio Gallo e il dottor Di Tullio del Consiglio nazionale del Coni, oltre all’assessore allo Sport Nicola Ricotta e al Presidente Provinciale Coni Enzo Imbastaro. “Appena qualche giorno fa abbiamo avuto modo di annunciare l’imminenza di tale visita e gli obiettivi legati alla presenza nel capoluogo adriatico della Commissione Aces – ha sottolineato il sindaco Albore Mascia -: come ormai tutti sanno Pescara ha proposto la propria candidatura al titolo di Città Europea dello Sport per il 2012, un titolo a cui teniamo moltissimo perché rappresenta il coronamento di un’azione amministrativa che sin dal primo giorno ha voluto valorizzare le potenzialità della nostra città nel settore sportivo. Lo scorso anno abbiamo avuto l’onore di tenere a battesimo la sedicesima edizione dei Giochi del Mediterraneo, un’edizione definita ‘dei record’ per il numero di atleti e di paesi che hanno preso parte alla manifestazione, per il numero di spettatori che hanno tifato nei nostri impianti, per il numero di presenze sul territorio in quei giorni. E subito dopo i Giochi non abbiamo mai fatto scendere l’attenzione, non abbiamo spento le luci dei riflettori sullo sport, ospitando al contrario eventi di rilevanza internazionale, come l’amichevole di lusso tra Italia e Olanda, il Trofeo Tim, i campionati italiani di atletica leggera, il 7Colli a Le Naiadi e per ultimo, solo in ordine di tempo, la partita della Nazionale Under 21 Italia-Galles valida per le qualificazioni. Chiaro il nostro messaggio: Pescara ha le potenzialità per ospitare eventi sportivi di portata internazionale, sia in termini di impianti capaci di accogliere tali iniziative, sia in termini di esperienza organizzativa. Ma soprattutto Pescara può ospitare tali manifestazioni perché crede nell’importanza dello sport e dei suoi valori più autentici, quali il fair play, la lealtà, il rispetto del proprio concorrente, la disciplina, quali valori fondamentali per la crescita dei nostri ragazzi e che sono gli stessi valori difesi dall’Aces, ossia l’Associazione delle Capitali Europee dello Sport, che ogni anno conferisce il titolo di ‘capitali’o ‘città’ europee dello sport secondo i principi di responsabilità e di etica, nella consapevolezza che lo sport è un fattore di aggregazione della società, di miglioramento della qualità della vita, di benessere psico-fisico degli individui e di piena integrazione delle fasce sociali in condizioni di disagio. Il titolo rappresenta dunque – ha proseguito il sindaco Albore Mascia - un’opportunità a disposizione delle amministrazioni locali per attribuire un riconoscimento ufficiale alla qualità del loro impegno in materia sportiva sul territorio di competenza. E l’Aces si avvale di un’apposita Commissione che opera per sostenere lo sviluppo dell’iniziativa di candidatura e di assegnazione dei titoli e per dare la più ampia visibilità europea agli eventi sportivi. La mission di tale riconoscimento è incentivare la creazione di politiche sportive per lo sviluppo delle infrastrutture e dei modelli di gestione che avvicinino allo sport anche le classi più svantaggiate. Infine le città che hanno ottenuto il titolo sono considerate esempi positivi ed etici di politica sociale. L’altro ieri in Comune c’è stato il primo incontro istituzionale tra la nostra amministrazione comunale e la Commissione Aces, alla presenza del Comitato Promotore, un primo vertice nel corso del quale abbiamo ‘raccontato’ l’operato della nostra amministrazione comunale teso a incentivare la pratica sportiva tra tutte le fasce sociali, ma soprattutto abbiamo indicato gli investimenti che intendiamo promuovere sul territorio per lo sport nei prossimi anni, investimenti per circa 6 milioni di euro che andranno ulteriormente a valorizzare le infrastrutture presenti per renderle idonee a ospitare eventi di rilevanza internazionale”.

di Redazione | 04/11/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it