We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il Gruppo consiliare “Uniti per governare” critica l’esecutivo comunale sui problemi finanziari dell’Ente locale


Il Gruppo consiliare di minoranza “Insieme per governare” interviene sulla situazione finanziaria del Comune. Un’azione politica finalizzata a mettere in risalto due aspetti, vale a dire, la mancanza di cassa e i debiti fuori bilancio. In un’apposita nota stampa il Gruppo guidato dall’ex sindaco del Comune ionico, Antonio Russo, (nella foto), sottolinea che in Consiglio comunale ha <<denunciato pubblicamente la situazione di deficit finanziario che sta portando il Comune di Crosia>>, si legge testualmente, <<a un dissesto finanziario, causato soprattutto dall’incapacità dell’esecutivo municipale di trovare soluzioni a problemi di varia natura>>. Il gruppo di opposizione si riferisce al fatto che <<il Comune è allo sfascio finanziario per mancanza di cassa con conseguente impossibilità di pagare regolarmente i fornitori e le imprese che gestiscono i servizi municipali, in quanto da febbraio 2010 il Comune è senza concessionario per la riscossione dei tributi a causa del fallimento>> della società che si occupava di tale servizio. A giudizio del gruppo di minoranza <<in questo periodo e fino all’insediamento del nuovo concessionario, l’Amministrazione comunale non è stata capace di fronteggiare l’emergenza>>, eventualmente, <<riattivando l’ufficio tributi comunale>>. Dunque, <<i cittadini non hanno ricevuto le bollette, quindi, non hanno pagato>>. L’altra questione messa in risalto da “Insieme per governare” riguarda i debiti fuori bilancio: <<Nonostante l’ufficio finanziario del Comune abbia pubblicato l’elenco dei debiti, sin da maggio 2010, a oggi l’Amministrazione comunale non si è preoccupata>>, scrivono testualmente i consiglieri di  minoranza, <<di portarli in Consiglio per il loro riconoscimento, in palese violazione delle norme di legge>>. Lo stesso gruppo consiliare sottolinea che nei giorni scorsi ha inviato una <<diffida al sindaco, agli uffici comunali competenti, ai consiglieri e per conoscenza alla Corte dei Conti, al Ministero dell’Economia e al Prefetto, al fine di porre in essere con ogni immediatezza gli atti necessari per il riconoscimento della legittimità, da parte dell’organo consiliare, dei debiti fuori bilancio derivante da sentenze esecutive e fatture per l’acquisto di beni e forniture di servizi>>. Questo <<prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2011, nel quale>>, precisa, <<occorre trovare le risorse per la copertura dei debiti>>. Antonio Iapichino

di Redazione | 22/10/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it