We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Spezzano Della Sila (Cosenza) - Autunno Silano, a Camigliatello, il 23 e 24 ottobre proseguono le attività con percorsi del gusto, degustazioni, bande piluse, orchestrine itineranti


Dopo il successo straordinario del primo week-end, che ha fatto registrare il tutto esaurito nelle strutture ricettive dell’area, proseguono le attività di Autunno Silano che si configura come una gioiosa festa in onore dei frutti della terra, al fine di celebrare le eccellenze enogastronomiche dell’altipiano: non solo la grande varietà di funghi che generosamente la Sila offre ai visitatori ma anche formaggi, salumi, patate, castagne, pannocchie e sottolio e numerose altre prelibatezze da degustare lungo il corso di Camigliatello, addobbato con gli stand enogastronomici degli operatori locali in un tripudio di odori e sapori, colori e suoni. Perseguendo lo scavo nella memoria storica del territorio, infatti, i percorsi del gusto – riferisce testualmente una nota dell’Associazione Altrosud - sono allietati dalle numerose espressioni musicali ed artistiche di una variegata cultura popolare che avvolge il visitatore nelle atmosfere delle antiche feste di piazza con un programma diverso ogni fine settimana e differenziato dal sabato alla domenica. Sabato sono di scena le multiforme espressioni degli artisti da strada (giocolieri, prestigiatori, trampolieri, mangiafuoco) le cui colorate piroette acrobatiche e i loro fulminanti giochi di prestigio si accordano con gli strumenti della tradizione ben rappresentati dai tamburinari della Sila,  le maschere giganti del vibonese e altre formazioni estemporanee con organetti, zampogne e chitarre. La domenica, invece, formazioni più strutturate di suonatori tradizionali (bande piluse e le coinvolgenti pacchiane di San Giovanni in Fiore) incrociano i loro suoni con le espressioni musicali dei Tacabum, una moderna street band che, armati di una batteria ambulante, tromboni e trombe, al suono di fiati e percussioni muovono al ballo i visitatori, già rapiti dalle tante degustazioni allestite dalle aziende di settore, impegnate anche nella dimostrazione dal vivo delle modalità di preparazione dei diversi alimenti. Un’autentica festa di piazza tesa a rapire i numerosi visitatori provenienti in grandissima parte da località extraregionali, con una netta prevalenza di pugliesi e siciliani, gli unici incontrati da uno sbigottito Dario Vergassola che è arrivato a chiedersi se si trovava in Calabria o in Puglia. E domenica pomeriggio il consueto appuntamento con gli artisti del circuito Zelig: il 24 ottobre di scena la scoppiettante ironia di Pino Campagna. Autunno Silano, promosso dall’associazione Altrosud d’intesa con il Parco Nazionale della Sila, la Comunità Montana Silana, i comuni di Pedace e Spezzano della Sila, l’Enel, la Banca Popolare del Mezzogiorno e PromoSila-Operatori di Camigliatello, è una delle tante manifestazioni di una rinnovata SilaInFesta, inserita dal Ministero per la Gioventù e l’ANCI  nel progetto nazionale “La rete dei festival aperta ai giovani” e dalla Regione Calabria nel novero dei “grandi eventi”.

di Redazione | 22/10/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it