We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pescara (Pescara) - Anniversario Avis, il pensiero del Sindaco


  “L’Avis rappresenta una realtà fondamentale sul territorio, un’associazione dedita da ben cinquant’anni alla raccolta del sangue, un bene prezioso che ancora oggi può essere solo frutto della donazione volontaria, perché il sangue non si produce in laboratorio. La giornata odierna, con la celebrazione del 50° anniversario dalla Fondazione dell’Organismo, deve rappresentare un modello esemplare di operatività sul territorio”. Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Pescara - intervenendo stamane alla celebrazione odierna del 50° Anniversario dell’Avis presso la Sala consiliare dove si è svolta la cerimonia di consegna delle 600 benemerenze a rispettivi donatori. “Faccio i miei personali complimenti all’Avis per l’intensa attività che ha svolto negli anni sul territorio – ha sottolineato il sindaco Albore Mascia – tra cui anche la proficua collaborazione iniziata un anno e mezzo fa con l’amministrazione comunale. Sostengo con convinzione la politica della donazione, lo faccio da sindaco e da privato cittadino, visto che sono personalmente donatore da oltre vent’anni con la Fidas. Mi sono avvicinato alla donazione del sangue per ragioni personali, ma poi ho continuato comprendendo quanto sia importante partecipare, periodicamente e con costanza, alla raccolta del sangue. Ce lo ha dimostrato negli ultimi giorni il ‘caso’ della bambina malata di talassemia, ricoverata nel nostro ospedale civile e che, avendo un gruppo sanguigno particolarmente raro, risultava compatibile solo con due cittadini, il primo residente a Pescara, l’altro a Catania. E per raccogliere quel sangue si è scatenata una gara di solidarietà che ha visto in prima linea il Terzo Nucleo Aereo della Capitaneria di porto che ha effettuato un volo d’emergenza sino a Catania per prendere le sacche e portarle in tempo a Pescara. Un’operazione fondamentale perché il sangue non è riproducibile in laboratorio e per salvare una vita umana occorre per forza poter contare sulla generosità e sulla solidarietà degli altri. L’amministrazione comunale darà il proprio impegno per avviare una capillare opera di sensibilizzazione verso la donazione nelle nostre scuole, cominciando sin dalla scuola primaria e proseguendo nelle medie e negli Istituti superiori perché sensibilizzare un bambino o un adolescente significa sensibilizzare le famiglie e poter contare su un futuro donatore”.

di Redazione | 17/10/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it