We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Sezze (Latina) - Sagra del Carciofo XLI presenta: “Percorsi variabili.


Sabato 10 aprile sarà inaugurata, alle ore 17.30 presso il Museo Archeologico Comunale di Sezze, la mostra “Percorsi variabili. Tendenze e impulsi dell’arte contemporanea”. L’evento rientra nell’ambito degli appuntamenti culturali che anticipano la Sagra del Carciofo, giunta ormai alla XLI edizione. Quindici artisti proporranno, attraverso l’esposizione di circa quarantina opere, la loro ricerca nel campo della pittura, scultura e fotografia. Un percorso espressivo volutamente costruito su diversità di stili e libertà di linguaggi, con una continuità di oscillazione tra forme e segni astratti e segno figurato. La pittura figurativa – riferisce una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Sezze - è rappresentata dalle opere di Rosita Sfischio, che pone in primo piano un compiuto senso del bello, dai lavori di Paul De Haan,  composizioni di oggetti di vita domestica animati da forti contrasti chiaroscurali e dalla pittura di Lidia Losurdo, che prende in considerazione la nostra quotidianità. E ancora un linguaggio apparentemente surreale in Giovanna Gallo; la realtà che si cela sotto lo specchio delle apparenze in Elena Ansuini e paesaggi visionari e inusuali in  Luigi Pistoia. Il percorso continua con i lavori astratti, lirici, informali di cinque donne artiste diverse per cammino e scelte espressive: di Elisabetta Fontana la materia ricca di affioramenti poetici; di Antonella Pernarella la geometria delle forme e la scrittura cromatica; di Angela Scappaticci la ricerca del monocromo variato solo nella plasticità della materia; di Marina Assenza il piacere pittorico e la gestualità del segno; di Maria Rosaria Ciripompa la forte energia creativa sempre feconda. Una suggestiva sezione presta attenzione ad una scelta di fotografie in bianco e nero di Robbi Huner (istanti di vita fissati in gesti, sguardi, corpi), apprezzato fotografo, vincitore quest’anno del Premio “Orvieto Fotografia”. A seguire quattro opere  su carta di Stefano De Angelis, che ben illustrano il suo progetto di ricerca realizzato nel ciclo “Quadri luminosi”. Nella stessa sezione i lavori in ceramica smaltata di Fernanda Paianini, una voce che non ha mai smesso di aprire strade e sperimentare cammini diversi e le sculture in gesso di Giulia Spernazza, ritratti e figure filiforme dalla superficie scabra. La mostra resterà aperta fino al 24 aprile 2010.

di Redazione | 06/04/2010

Pubblicità

Gli incontri promossi da CsvNet

Roma: Gli incontri promossi da CsvNet

Roma, 06/04/2010
di Redazione

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it