We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Amantea (Cosenza) - Grazie Presidente!


di TERESA SICOLI - Quando si parla di comunità, di cittadini e di valori ci rifacciamo a un sentimento unitario che potremmo riepilogare sotto il nome di unità. Non sempre riusciamo a capirne il vero senso perché spesso la nostra vita è oramai una vita distratta e veloce. Il nostro agire nel mondo è fondamentale. Siamo parte di una grande comunità chiamata Europa. Da anni, oramai,  i prìncìpi fondanti  della comunità  europea e successivamente l’attuale Unione Europea si sforza di attuarne tutti i dettami. Il concetto più importante che, a mio parere, debba rinascere ogni giorno nella nostra vita è il rispetto della dignità della persona. Da qui è sempre importante proseguire azioni comuni affinchè il popolo europeo diventi sempre più unito. Certo, le difficoltà sono notevoli e non sempre è così semplice praticare e dare il proprio esempio quotidiano. In generale, purtroppo si assiste anche a molti conflitti e a molti disagi che proprio i cittadini vivono sulla loro pelle. Ciò non toglie però che dobbiamo sforzarci di costruire insieme una vita sociale, culturale, politica ed economica di benessere. Nel concetto generale sociologico, un fatto sociale rilevante nella nostra Europa è l’attività del Parlamento europeo. In quel palazzo si muove tutto quello che gli uomini  e le donne a partire dal 1957, anno in cui sei grandi potenze europee si sono unite per fondare la Comunità europea, hanno condiviso, sottoscritto, legiferato e regolamentato ed hanno redatto gli obiettivi quali: Dignità umana– La dignità umana è inviolabile. Deve essere rispettata e tutelata e costituisce la base stessa dei diritti fondamentali. Libertà– La libertà di movimento conferisce ai cittadini il diritto di circolare e soggiornare liberamente nell’Unione europea. Le libertà individuali, quali il rispetto della vita privata, la libertà di pensiero, di religione, di riunione, di espressione e di informazione, sono tutelate dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE. Democrazia– Il funzionamento dell’UE si fonda sulla democrazia rappresentativa. Un cittadino europeo gode automaticamente di diritti politici. Ogni cittadino adulto dell’UE ha il diritto di eleggibilità e di voto alle elezioni del Parlamento europeo. I cittadini dell’UE hanno il diritto di candidarsi e di votare nel loro paese di residenza o in quello di origine. Uguaglianza-Uguaglianza significa riconoscere a tutti i cittadini gli stessi diritti davanti alla legge. Il principio della parità tra uomo e donna è alla base di tutte le politiche europee, ed è l’elemento su cui si fonda l’integrazione europea. Si applica in tutti i settori. Il principio della parità di retribuzione per lo stesso lavoro è stato sancito dal trattato di Roma del 1957. Stato di diritto– L’UE si fonda sullo Stato di diritto. Tutti i suoi poteri riposano cioè su trattati liberamente e democraticamente sottoscritti dai paesi dell’UE. Il diritto e la giustizia sono tutelati da una magistratura indipendente. I paesi dell’UE hanno conferito alla Corte di giustizia dell’Unione europea la competenza di pronunciarsi in maniera definitiva e tutti devono rispettare le sentenze emesse. Diritti umani– La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea tutela i diritti umani, fra cui il diritto a non subire discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l’origine etnica, la religione o le convinzioni personali, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale, il diritto alla protezione dei dati personali e il diritto di accesso alla giustizia. 
A leggerli sembra quasi di aver sottoscritto obiettivi utopici. Invece, dobbiamo esserne fieri perché ogni parola scritta ha un suo valore e significato nobile e grande e perseguirli è per noi molto importante. Dobbiamo sempre , ogni giorno farne tesoro e capire che gli esempi  e le azioni sagge ci portano a costruire insieme la felicità sociale e dunque una grande comunità europea pregna di diritti e di doveri. E’ importante seguire una linea comune e i nostri parlamentari europei  e tutte le figure istituzionali europei hanno il dovere di lascarci tutte le regole più libere e giuste possibili e lavorare all’uopo. Di questo dobbiamo dire grazie anche al Presidente del Parlamento europeo che proprio oggi purtroppo ci ha lasciato David Sassoli. Persona per bene e che fino all’ultimo ha lavorato per perseguire i più veri e onorevoli principì di dignità, di libertà e di società comunitaria dandone esempio di vita e di uomo delle istituzioni. Grazie Presidente!

“Dobbiamo essere tutti, comunque la pensiamo, impegnati nel costruire la casa della democrazia europea e questo Parlamento deve essere la casa della democrazia europea” David Sassoli


di Redazione | 11/01/2022

Pubblicità

IonioNotizie per la tua pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it