We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cassano Allo Ionio (Cosenza) - Misure anti-Covid, sospensione del servizio di refezione scolastica fino al 31 marzo


Nel corso della Conferenza di Servizi, i Rappresentanti dell’Amministrazione Comunale (Giovanni Papasso, in qualità di Sindaco Comune di Cassano All’Ionio, Annamaria Bianchi, in qualità di Assessore alla Cultura — Archeologia e Beni  Culturali — Pubblica Istruzione — Legalità, Trasparenza e Sicurezza, Gianluca Pio Falbo, in qualità di Assessore ai Trasporti, Salvatore Iannicelli, in qualità di Responsabile del Servizio di Pubblica Istruzione) e degli Istituti Scolastici presenti e operanti sul territorio comunale (Anna Liporace, in qualità di Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Lanza  Milani”, Cassano All’Ionio (CS), Giacinto Ciappetta, in qualità di sostituto delegato, della Dott.ssa Elisabetta D’Elia, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “G. Troccoli”, Lauropoli (CS), Giuseppe Sollazzo, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Zanotti Bianco”,  Sibari), sulla base delle posizioni prevalenti espresse al fine prevenire la diffusione del virus da  Covid-19 tra gli alunni delle Scuole dell’Obbligo, hanno manifestato la volontà di sospendere il servizio di “Refezione Scolastica” sino alla data di cessazione dello  stato di emergenza nazionale, ossia sino al 31.03.2022, fatta salva la possibilità di ripristinare,  prima di tale data, il servizio in questione qualora la curva dei contagi subisca una forte  diminuzione.  Nel corso dell’incontro di concertazione, si è preso atto dell’aumento esponenziale della curva dei contagi che si è registrata, in quest’ultimo periodo, sul territorio comunale e non, a seguito della diffusione della nuova variante da Covid-19, denominata “Omicron”, con il rischio di contrarre il virus che risulta essere elevato anche per coloro che hanno già concluso il primo ciclo di vaccinazioni. In debita considerazione, da parte dei presenti nel condividere la decisione di sospendere il servizio di mensa scolastica, che tale variante colpisce anche i bambini e i ragazzi che frequentano le scuole dell’obbligo. Durante l’orario, destinato al servizio di mensa scolastica, gli Alunni delle Scuole dell’Obbligo si trovano, infatti, in una situazione di assembramento che per necessità ed ovvie ragioni non prevede che gli stessi siano tenuti ad utilizzare la mascherina, quale misura principale di prevenzione per evitare il contagio dal virus.


di Redazione | 08/01/2022

Pubblicità

IonioNotizie per la tua pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2022 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it