We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crotone (Crotone) - Prossimamente un corso per l’insegnamento della lingua dei segni. Iniziativa in sinergia fra Provincia ed Ens


  In collaborazione con la con la sede provinciale di Crotone dell’Ente Nazionale Sordi (Ens) sarà realizzato nei prossimi giorni un corso per l’insegnamento della lingua Lis (Lingua italiana dei segni) per quindici persone da reclutare in prima battuta fra le forze di polizia e poi fra chiunque sia interessato. È stato il presidente del Consiglio provinciale Benedetto Proto a presentare, nel corso di una conferenza stampa, che si è svolta venerdì pomeriggio nella sala Azzurra della Provincia di Crotone, l’importante iniziativa che la stessa Presidenza ha inteso patrocinare. Oltre alla sensibilità mostrata in prima persona dal Presidente del Consiglio provinciale ed alla caparbietà dei vertici provinciali dell’Ens il presidente Vincenzo Basile ed il segretario Silvio Arancio, è stato possibile pianificare l’iniziativa – riferisce testualmente una nota stampa - grazie alla disponibilità della Prefettura di Crotone rappresentata alla conferenza stampa del Viceprefetto Fabrizio Gallo, dalla Questura di Crotone presente con il Questore Giuseppe Gammino e dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza rappresentata dal Comandante Tenente Colonnello Teodosio Marmo. Ancora una volta, anche in occasione di un’iniziativa sociale, le istituzioni del territorio hanno dimostrato coesione e sensibilità, ma altrimenti non poteva essere vista l’importanza del progetto. Sia Gammino che Marmo hanno dato la disponibilità affinché alcuni dei proprio uomini, compatibilmente agli impegni di lavoro, possano partecipare al corso. Alla presentazione ha portato il suo saluto anche il presidente dell’Ente intermedio Stanislao Zurlo. Subito dopo Proto nei panni di padrone di casa ha spiegato il motivo per cui la presidenza del Consiglio ha deciso di sostenere, non solo economicamente, l’iniziativa proposta dall’Ens: «Mi ha colpito la tenacia dell’associazione, ma anche la professionalità e la discrezione con la quale hanno chiesto il patrocinio. Sul territorio svolgono un’azione sociale significativa anche perché nell’immaginario collettivo la sordità è intesa come un handicap di serie B. Noi invece abbiamo voluto rompere il silenzio e sfatare questo luogo comune visto che i sordomuti vivono in condizioni difficili così come tutti gli altri soggetti diversamente abili». Proto oltre a mostrarsi sensibile verso la categoria ha dimostrato anche di seguire da vicino le vicissitudini che la caratterizzano: «Sono a conoscenza che proprio in questi giorni davanti a quasi tutte le Prefetture d’Italia si stanno facendo delle dimostrazioni pacifiche affinché venga riavviato l’iter per il riconoscimento della lingua Lis, pratica ferma in commissione Senato da oltre un anno», l’iniziativa dunque cade proprio nel momento giusto più che mai attuale. Mani alzate per Proto (è questo infatti l’applauso dei sordomuti) da parte di tutta la platea che ha affollato la Sala Azzurra, ma anche da Antonio Mirijello presidente regionale dell’Ens che ha lodato l’iniziativa. Resta ancora da stabilire quando inizierà il corso perché si farà prima una ricognizione fra le forze dell’ordine per avere la disponibilità di chi vuole prendervi parte, poi una volta stabilito chi parteciperà al corso, si pianificheranno le dieci lezioni, per un totale di trenta ore, previste dal corso. Alla fine sarà rilasciato anche un attestato di partecipazione. Durante la conferenza stampa si è registrato anche l’intervento del Vicepresidente del Consiglio provinciale Antonio Scigliano che ha dato la sua disponibilità per far si che chi ha già conseguito il I ed il II livello per l’insegnamento della Lis possa conseguire presto anche il III ed ultimo livello ed essere così definitivamente abilitato all’insegnamento. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla sezione di Crotone dell’Ens, oppure presso gli uffici della Presidenza del Consiglio.  

di Redazione | 10/10/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it