We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - L'incongruenza


di DON MICHELE ROMANO - Sono molti gli episodi evangelici, in cui Gesù rimprovera apertamente i Farisei per la loro ipocrisia. Anche nel Vangelo di oggi (Lc 14, 1-6), viene centrato tutto il discorso,  nella domanda fondamentale:"È  lecito o no guarire di sabato"? (Lc 14,3). Segue la significativa ed imbarazzante annotazione di Luca :"Ma essi tacquero" (Lc 14, 4). Proviamo a immaginare il dispiacere di Dio, per questo peccato di falsa apparenza, di inganno presuntuoso. Dio, lo sappiamo, ama gli ultimi ed i semplici di cuore, ma respinge l'animo doppio e l'ipocrisia.
Nella casa del fariseo, dove Gesù era a pranzo, in giorno di Sabato, c'era anche un malato grave, che voleva essere guarito. Ma la mera osservanza della Legge ebraica e la Presunzione (Sciocca !), di possedere una condotta impeccabile, colpisce e "spiazza" i Farisei, tuttavia Gesù non si lascia "imprigionare" dal formalismo di una Legge, perché Lui vuole (E lo farà), restituire la salute a quel poveretto.
Consapevoli della loro condotta ipocrita ("Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà fuori subito, in giorno di Sabato ( Lc 14, 5), in questo modo i Farisei sono costretti al silenzio. Il sarcasmo di Gesù, ci insegna che non possiamo "far finta" di vivere i Comandamenti,  in modo legalistico e vuoto, non possiamo "prendere in giro " il Signore, che ci conosce meglio e prima di quanto noi conosciamo noi stessi.
L'ammalato del Vangelo di oggi, era un uomo che soffriva di una malattia alquanto pericolosa e degenerativa, la Idropisìa, il cui sintomo primario, è avere una grande sete, ma tu più bevi, più la sete aumenta, provocando gonfiore e ristagno, nel povero Idropico.
Questo povero malato, sembra essere proprio l'immagine e lo specchio di tutti i Farisei : anche loro sono "assetati" di vita, di Dio, ma nessuna bevanda della loro pratica religiosa li "disseta", anzi li " gonfia" sempre più di invidia e livore contro Gesù. Quante conseguenze pericolose, generano la Falsità e l'ipocrisia ! Invece, come sarebbe auspicabile per tutti noi, che vivendo nella Verità, potessimo meritare la stessa lode che Gesù riserva a Natanaele :" Ecco davvero un Israelita, in cui non c'è Falsità".
Di seguito riporto il link della catechesi sul Vangelo di Luca, che ho tenuto  ieri sera su Radio Maria...Ora a te l'opportunità di trovare nella giornata, una mezz'oretta per questo prezioso ed "arricchente" Ascolto! Confidando in un dono gradito: https://drive.google.com/file/d/1RUtiHzw1TldA1bt7nIfuza_1phJZOOCR/view?usp=sharing. A tutti una santa giornata. 


di Redazione | 29/10/2021

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it