We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Modena (Modena) - Sicurezza, Modena potenzia la video sorveglianza. Il Comune acquista microcamere utilizzabili in zone prive di apparecchiature fisse


  Modena potenzia il sistema di video sorveglianza urbana e si dota di sistemi di ripresa più flessibili in grado di essere utilizzati in tempi rapidi anche in zone non coperte da apparecchiature fisse. La novità è contenuta nel Piano di riassetto della videosorveglianza cittadina elaborato dall'assessorato alla Qualità urbana e alla sicurezza. Oltre all'aggiornamento del sistema esistente e alla creazione di una nuova centrale di videosorveglianza presso il Comando di via Galilei, il programma messo a punto dal Comune prevede, infatti, l'acquisto di 5 microcamere con registrazione sul luogo prefissato e trasmissione dati in sistema Umts alla sala operativa della Polizia municipale. L'obiettivo – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del comune di Modena - è sorvegliare le aree in cui manca la fibra ottica e che richiedono il monitoraggio in tempi brevi di fenomeni specifici e circoscritti a supporto di indagini specifiche. Il costo delle apparecchiature è di 35 mila euro, sostenuto al 50 % dalla Regione Emilia-Romagna. Accanto alle 5 microcamere entreranno in servizio anche 5 telecamere brandeggiabili per sorvegliare la zona delle nuove scuole Marconi, in via Canaletto, e una telecamera, anch'essa brandeggiabile, in piazza XX Settembre (il preventivo di spesa è complessivamente di 30 mila euro). Inoltre, le 9 videocamere collocate nella zona del condominio RNord, attualmente collegate con i monitor che si trovano nel Posto di Polizia municipale all'ingresso dello stabile, saranno connesse direttamente alla sala operativa di via Galilei. Questa imponente mole di immagini sarà seguita in diretta dagli agenti del Comando 24 ore su 24, come previsto dalla riorganizzazione ormai in fase di completamento. L'integrazione dei sistemi e gli interventi necessari per l'allestimento della nuova strumentazione presso la sala operativa della Polizia municipale costerà circa 50 mila euro. "Nonostante le difficoltà di bilancio derivate dal rispetto del patto di stabilità, l'Amministrazione comunale confermerà anche per il 2011 la quota di investimento destinata all'implementazione del sistema di videosorveglianza", precisa l'assessore alla Qualità urbana e alla sicurezza Antonino Marino. "Inoltre, in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Modena e Reggio Emilia è in corso di elaborazione un nuovo software di analisi della scena in ambiente urbano capace di facilitare la visione e la rilevazione in tempi rapidi di eventi critici registrati dalle telecamere".    

di Redazione | 08/10/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it