We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - L'antipotere


di DON MICHELE ROMANO -  Nel Vangelo di questa XXIX Domenica (Mc 10, 35-45), assistiamo al terzo annuncio che Gesù fa ai Dodici, in disparte, della sua Passione e Morte. Di contro, scavalcando tutti, si pone l'ambiziosa ed antievangelica "candidatura" di Giacomo e Giovanni:" Maestro, nella tua Gloria, vogliamo sedere uno alla tua destra ed uno alla tua sinistra"!
Questa richiesta pretestuosa, ed un pò "sfacciata", darà a Gesù la possibilità di approfondire e meglio esplicitare ( sempre con la grande pazienza "educativa", che gli è propria), quanto già annunciato della sua Passione, specificando che anche " loro", gli Apostoli, saranno associati ad essa.
Da questo capiamo, che nessuno di noi "può imporre" la sua volontà a Dio, ma che la nostra vera grandezza, sta nel servizio (Vedi :"La Chiesa del Grembiule", direbbe don Tonino Bello), un servizio che si radica nell'imitazione di Cristo, che :"Da Dio che era, non ha disdegnato di farsi Servo di tutti , lavando persino i piedi ai suoi Apostoli" .
È così che il Vangelo ha capovolto il concetto di "primato" e di "potere".
Troppo spesso, anche noi, ad ogni livello, siamo tentati di esercitare solo l'autorità ed il potere, a discapito di una ministerialità che predilige la diaconia ed il servizio ("Servire, è regnare").
Papa Francesco,  vuole che gli anni a venire, siano improntati alla Sinodalità .
Predisponiamoci, allora, a condividere con gli altri, compiti e responsabilità, ascoltando umilmente, le esigenze ed i suggerimenti di tutti. Non fregiamoci di titoli, aspirando a "cariche" o "ruoli di prestigio" (Quanti ammalati di "Mitrite" nella Chiesa), mortificando tanti che "credono" in noi, ignorando che spesso, quelli che noi "scartiamo", dimostrano di avere capacità e generosità molto maggiori delle nostre .
S.Teresa di Calcutta, ci ricorda :"Il frutto della Fede è l'amore, il frutto dell'amore è il servizio, il frutto del servizio è la pace " .
E Giovanni nel Vangelo ci ricorda che :"Nessuno ha un amore più grande (di Gesù), ha dato la sua vita per tutti noi, suoi amici (Gv 15,13).
Quante volte, ahimè, nella stessa Chiesa, assistiamo ad una vera e propria strumentalizzazione di tante pratiche religiose, solo al fine di poter acquisire più potere..., un diabolico "gioco" di competizioni, che svuota ogni nostra celebrazione del "profumo" del Vangelo, che si espande solo quando, la nostra sequela di Cristo, sposa la logica del servizio (Vero "Antipotere"), ridonandoci, così, credibilità. 
Una buona domenica. 


di Redazione | 17/10/2021

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it