We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Mandatoriccio (Cosenza) - Una fede più grande


di DON MICHELE ROMANO - Nella pagina del Vangelo odierno (Lc 7, 1-10), cogliamo una sostanziale differenza, fra l'atteggiamento dei "notabili" di Cafarnao, che pregano Gesù per un centurione, cercando di convincerlo a esaudire la sua richiesta di guarire un servo, che gli era caro, ed era gravemente ammalato (ma facevano tutto questo solo per calcolo e tornaconto: è bravo, buono, ci ha costruito la Sinagoga), e l'umiltà di questo romano che, invece, mostra di aver ben compreso l'essenziale del Vangelo. 
Il centurione è un militare, un pagano (uno "straniero di Roma"), abituato più a comandare, avendo autorità su una centuria (costituita da circa 200 soldati), che a chiedere, eppure rivolge a Gesù un'accorata preghiera per un suo servo (una "nullità" per quei tempi!), con parole che costituiscono una bellissima professione di fede e umiltà :"Io non sono degno, ma comanda con una parola, e il mio servo sarà guarito".
Sì, è vero, lui è un pagano, ma ha fatto suo il "cuore" del Vangelo, mostrando come la preghiera sia dono di sé a Dio, per chi ci sta accanto (in questo caso, non un familiare, ma un servo), a tal punto che Gesù si stupisce e loda pubblicamente la sua fede. Un uomo, in fondo, timoroso persino di disturbare, ma dotato di una fede incrollabile, convinto che la potenza della Parola di Gesù, può guarire anche a distanza, anche in sua "assenza".
Ecco perché la Chiesa, con piccole varianti, ha fatto sue le parole del centurione, convinta che esse sono la sintesi di un'autentica professione di fede e di umiltà :"O Signore, io non sono degno, ma dì soltanto una parola, e io sarò salvato".
Pertanto, se anche la nostra fede diventerà trasparente e risoluta, come quella del centurione, caratterizzata, cioè, da profonda umiltà, e sostenuta da una preghiera sincera ("Sine-Cera"), quindi non solo per me, ma anche per chi mi sta accanto, magari più povero e da tutti "scartato", allora sì che il plauso di Gesù, ci tornerà familiare.
Buon inizio di settimana


di Redazione | 13/09/2021

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it