We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Castrovillari (Cosenza) - Dal 18 al 21 agosto 2021 la XXXV Estate internazionale del folklore e del Parco del Pollino


Dopo un anno di pausa  forzato, causa pandemia, ritorna con rigide misure sanitarie e l’esibizione del green pass, l’Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino, 35 edizione , manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale  E.I.F. per la direzione artistica di Antonio Notaro. “ Dopo questo anno e mezzo di detenzione, ritornare a godere di uno spettacolo, diventato parte integrante della città di Castrovillari, riconquistare spazi di condivisione per il popolo del festival è importante, certo, sottolinea il direttore artistico,  c’è tutto un nuovo linguaggio del corpo nel quotidiano, nell’imbarazzo del saluto, tra strette di mano impacciate, timidi abbracci, perché il virus è ancora tra di noi ma c’è tanta voglia di dimenticare o, quantomeno, di dimenticarsene almeno per un momento. Una cosa è certa: la nostra rinascita non può prescindere dalla cultura. E allora si parte timidamente e soprattutto in sicurezza”. Il programma di questa edizione, non è come il direttore artistico, Antonio Notaro, ci aveva abituatati ma, si è eretto attorno ad alcuni appuntamenti fissi. Un festival come “La grande invasione” culturale perché una cosa è certa, la nostra rinascita non può prescindere dalla cultura. “ L’Estate Internazionale del Folklore, torna in grande stile, ha sottolineato l’assessore al turismo e spettacolo, Ernesto Bello. E’ uno dei festival più importante sul territorio nazionale,  che mantiene fermo il connotato dell’internazionalità, ovvero portare quei gruppi che realmente vengono dall’estero. L’organizzazione è stata complessa, visto anche il protocollo che regolamenta gli spostamenti tra stati, andare ad incastonare tutte quelle che erano le esigenze di sicurezza ha portato l’organizzazione ad affrontare problematiche del tutto nuove. E’ chiaro che come il problema si pone per far giungere in Italia a Castrovillari i gruppi esteri, il problema della sicurezza si è posto anche nell’organizzazione delle serate perché la normativa impone dal 6 agosto l’utilizzo del green pass e il distanziamento. Ovviamente l’organizzazione EIF e l’Amministrazione garantirà  la sicurezza dei luoghi”. Ecco dunque a raccontare e a vivere giorno per giorno, questa nuova edizione dal 18 al 21 di agosto 2021 che è entrata nuovamente a far parte della grande famiglia CIOFF, l’organizzazione festival folklorici che rappresenta il marchio di qualità di tutti gli eventi migliori nel mondo. La location, sarà il piazzale del Villaggio Scolastico, cuore pulsante dell’evento che partirà mercoledì 18 agosto alle ore 21.00, in totale sicurezza con 500 posti a sedere e con l’esibizione del green pass per accedere,  con la cerimonia di apertura  con la coreografia a cura di Tilde Nocera. A seguire lo spettacolo internazionale Bolivia-Romania. Due mondi lontanissimi tra che si uniranno in un grande abbraccio culturale. A seguire, e sarà per tutte e quattro le serate, il Salotto del Festival tra gastronomia e musica, tutto nel rispetto delle norme anticovid. Il 19 agosto, l’appuntamento canonico del Festival, con l’incontro dei bambini con le tradizioni dei questi popoli, anche questo in totale sicurezza. Alla sera alle ore 21,00 sempre nel Villaggio Festival, nel cuore della città di Castrovillari, spettacolo di musica popolare con il gruppo "ETNICA DITIRAMBO”, una sorta di viaggio tra immigrazione, integrazione, inclusione sociale. Alle 11 di venerdì 20 agosto, lo scambio dei doni con la cerimonia dell’amicizia, presso il Palazzo di città. Arte, Folklore. Musica e Danza contro ogni barriera vi aspetterà per le ore 17,00 a seguire  nella Sala Consiliare  l’incontro culturale, coordinato dal dr. Pasquale Pandolfi, responsabile attività culturale dell’associazione “Kontatto Production”, : Identità e Folklore oggi  con il prof. Leonardo Alario, Presidente  IRDD di Cassano Jonio, Piero De Vita, poeta e antropologo. In serata alle ore 21,00 “Canti ed Incanti”, spettacolo di musica etno popolare con il gruppo “PARAFONE”, rappresentativo della storia calabrese, senza sbavature e senza contaminazioni tipiche di una modernità a basso prezzo. Rispettosi rigorosamente delle tradizioni musicali popolari del Mezzogiorno italiano e segnatamente calabrese. Sabato 21 agosto, dopo la tradizionale “Messa della Pace” celebrata da S.E. Mons. Francesco Savino, Vescovo della diocesi di Cassano Jonio, presso il Santuario della Madonna del Castello, alle ore 21.00 Cerimonia di chiusura della 35 edizione del Festival con l’esibizione dei gruppi della BOLIVIA  (Asociacion Cultural Folklorica Boliviana) – BURKINA FASO ( Folie du Burkina) – COLOMBIA ( Sector Sonero) – ROMANIA  ( Ansamblul Doruri Satmarene) e ITALIA con il gruppo ospitante la kermesse “ Città di Castrovillari” . “Alcuni di questi gruppi, ha rimarcato il direttore artistico Notaro, non rientrano nell’elenco in cui non è necessario l’isolamento fiduciario e  sono in Italia da diverso tempo, altri rientranti nella Comunità Europea, arriveranno direttamente a Castrovillari, muniti di green pass e tamponati”


di Redazione | 14/08/2021

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it