We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cariati (Cosenza) - Il progetto “Icaro” approda all’Iis di Cariati


La situazione pandemica in atto non ha fermato la formazione all’Istituto di istruzione superiore Cariati, come dimostra lo svolgimento del progetto Icaro nei giorni scorsi, cui hanno partecipato sei delle classi quinte. Promosso a livello nazionale dalla Polizia stradale, dal Ministero dell’Istruzione, dal Ministero dell'Interno e dei Trasporti e con la collaborazione dell’Università La Sapienza di Roma, è stato proposto dalla referente prof.ssa Bonanno Rossella e inserito nel Ptof d’Istituto nell’ambito delle attività a sostegno dell’insegnamento dell’educazione civica.

Fortemente voluto dalla dirigente Sara Giulia Aiello per la quale quella dei nostri alunni è un’età particolare “per cui la prevenzione e l'informazione corretta sono sempre elementi che non devono mancare. Il covid 19 ha reso le loro libertà molto limitate e questo ha contribuito a prevenire moltissime situazioni di rischio, anche se ha procurato altri danni a livello emotivo, sociale e psicologico.  E’ nostro compito coltivare in loro la speranza e l’ottimismo, renderli protagonisti del loro futuro. Infatti, iniziative come questa, in sinergia con le forze di polizia, possono contribuire alla formazione integrale della loro personalità”. 

L'incontro è stato condotto in maniera eccellente e competente dal Vice Questore Pasquale Ciocca, dirigente della sezione della Polizia Stradale di Cosenza nonché referente del compartimento regionale dal 2013.

Durante il primo incontro svoltosi è stata trattata la nuova mobilità elettrica definita “mobilità morbida” e cioè monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel con manubrio, costruiti dall’avanzare della tecnologia, per le quali le infrastrutture e le norme di condotta devono essere adattate. 

Ai ragazzi presenti sono stati somministrati 2 questionari, il primo nella fase iniziale e il secondo a conclusione. Le risposte ai questionari saranno vagliate dal dipartimento di psicologia dell'Università di Roma La Sapienza diretto dalla prof.ssa Giannini. 

Durante il secondo incontro gli alunni sono stati coinvolti in attività che hanno illustrato l’elevata disfunzionalità delle condotte di cattiva regolazione del comportamento e i conseguenti rischi sulla strada, attraverso una metodologia attiva che ha previsto l’utilizzo di video e simulazioni.

Molto significativa è stata la Formazione didattica che ha evidenziato la pericolosità di certe condotte, quali l’utilizzo di alcool e droga e l’abuso dello Smartphone che, non solo mettono a rischio la propria e altrui incolumità, bensì esprimono forte debolezza e incapacità di comunicare la propria forza, il proprio valore.

Alla fine degli incontri il vicequestore Ciocca ha salutato gli  alunni, proiettando diversi video feedback di campagne pubblicitarie realizzate dalla Polizia di Stato. Interessante il messaggio relativo alla necessità di avere le giuste condizioni quando ci si mette alla guida: “La Polizia di Stato ricorda che alcool e droga sono incompatibili con la guida”.


di Redazione | 01/05/2021

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it