We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cariati (Cosenza) - Gli alunni dell’Iis Cariati incontrano il professor Giuseppe Ferraro


Lo storico e scrittore, Giuseppe Ferraro, coordinatore della Commissione didattica Icsaic (Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea), ha incontrato gli alunni dell’Istituto di istruzione superiore Cariati. L’incontro si è svolto in videoconferenza Un evento fortemente voluto dalla dirigente scolastica Sara Giulia Aiello e organizzato e moderato dalla professoressa Michela Boccuti, docente di Storia e Filosofia. Dopo i saluti della ds e l’introduzione della docente Boccuti, il professore Ferraro ha sapientemente illustrato ai partecipanti, grazie anche a riproduzioni digitali di documenti d’epoca, le cause e gli eventi che hanno condotto al genocidio del popolo ebreo. Ferraro si è soffermato sul concetto di pregiudizio, che affonda le sue radici ideologiche nel passato e sulla propaganda nazista costruita contro gli Ebrei, proprio sulla base della discriminazione e del sentimento antisemita. A tal proposito è intervenuta la Ds Aiello, la quale ha ribadito che “la scuola oggi deve essere ambiente di accoglienza senza pregiudizi. Il nostro lavoro svolto quotidianamente in classe è rivolto al superamento degli stereotipi ed alla condivisione delle idee. E’ nostro dovere di educatori creare comunità interculturali in cui le idee e la visione dell’altro debbano essere accolte e valutate, mai giudicate a priori”. Efficace il racconto iconografico che il docente ha commentato suscitando l’interesse e la curiosità di alunni e docenti, i quali hanno posto quesiti e riflessioni sull’importanza del “fare memoria”. E sul concetto di recupero della memoria storica è intervenuta la prof.ssa Boccuti, la quale ha anche affermato che gli atteggiamenti di indifferenza e di individualismo siano oggi alcuni dei peggiori mali della nostra società. Dal canto suo Ferraro ha ribadito l’importanza della celebrazione ma senza quei toni puramente celebrativi e altisonanti che non producono effetti nelle coscienze: “bisogna partire dalla scuola per creare gli anticorpi del malessere sociale. I giovani di oggi saranno la futura classe dirigente che dovrà saper costruire comunità di benessere ed equità sociale”. La DS Aiello, che sin dal suo insediamento ha auspicato e favorito il dialogo tra la scuola, il territorio e le altre istituzioni, ha accolto con grande interesse la proposta del prof. Ferraro di creare il laboratorio di storia all’interno della scuola, uno spazio aperto al dialogo e al confronto in cui conoscere e capire i meccanismi che regolano gli eventi della Storia. “La nostra è una missione sul territorio, ha ribadito la DS, per la quale la scuola è ogni giorno in costante evoluzione per garantire agli uomini di domani una formazione di qualità adeguata alle sfide future”. Una giornata, dunque, molto apprezzata dagli alunni i quali hanno anche gradito il linguaggio chiaro, comprensibile e particolarmente efficace di Ferraro.  


di Redazione | 09/02/2021

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it